m
Moralia Tag: teologia

Moralia Tag: teologia

Bibbia nell’etica teologica

Che cosa può fare una morale, sorta in una società strutturata in modo relativamente semplice, in una società organizzata altamente complessa? L'inventario normativo della Bibbia rimane solo oggetto di esplorazione letteraria o storica, o rappresenta un potenziale per la creazione di norme per il presente? Andiamo possibilmente con false aspettative sui testi biblici se chiediamo loro risposte valide a domande etiche?  Un (classico) rompicapo Domande di questo tenore, formulate senza colpo ferire dai curatori di una monografia dedicata al tema «Bibbia ed etica...

Il denaro e il suo fascino (in)discreto: invito al Congresso ATISM

Si svolgerà a Napoli dal 4 al 7 luglio, nella prestigiosa sede del Pontificio seminario interregionale campano (via Petrarca 115), il XXIX Congresso nazionale dell’Associazione Teologica Italiana per lo Studio della Morale (ATISM) dedicato a «Il fascino (in)discreto del denaro. Itinerari interdisciplinari per un’etica economico-finanziaria». Il programma e le indicazioni per la partecipazione (le iscrizioni sono ancora attive) sono disponibili in calce. Il convegno intende riaprire un capitolo centrale dell’etica sociale cristiana, particolarmente ricco di...

Critica dell’etica (teologica)

«Parlo di impegno, non di argomento». Così chiosava in un articolo su Avvenire del 31 agosto 2019 Francesco D’Agostino, il noto bioeticista appena scomparso, mentre rilevava che in alcuni paesi, caratterizzati storicamente da presidi giuridici abbastanza ristretti nei confronti della pratica abortiva, era pure per loro giunta l’onta di una certa mentalità abortista portata a livello giuridico, riconoscendo con spietata onestà intellettuale «il totale fallimento del pluridecennale impegno ontologico contro l’aborto».  Per un’etica...

Amoris laetitia: un nuovo tempo per la teologia morale

Il quinto anniversario di Amoris Laetitia ci consegna il tempo e lo spazio per riprendere la riflessione su un documento che ha voluto e vuole mettersi in profondo ascolto della storia. Non della storia in generale, ma di una sua parte molto significativa per tutti, quella delle famiglie e delle generazioni. Il suo magnifico inizio – «La Bibbia è popolata da famiglie, da generazioni, da storie di crisi famigliari fin dalla sua prima pagina (...) e fino all’ultima dove appaiono le nozze tra la Sposa e l’Agnello» (n. 8) – ne dice la portata. Il Dicastero...

La tua rugiada è rugiada luminosa… Per (ri)vivere (nel)la Pasqua di risurrezione

Il Risorto di Otto Dix conserva le tracce dello stile crudo e realistico utilizzato dall’autore per dipingere i reduci dai campi di battaglia. Come un milite del primo conflitto mondiale, e di ogni altra guerra, ostenta abiti laceri e un corpo vulnerato, uscendo dal sepolcro come da una trincea. Le braccia sollevate, quasi in segno di resa al compiersi del «mirabile conflitto» tra la vita e la morte. Il grigiore del corpo è attraversato da lame gialle di luce, che contornano soprattutto gli occhi aperti a uno sguardo nuovo sul mondo.  Il Risorto non vede più...

Chi è per la guerra alzi la mano. La guerra nell’etica teologica

Chi è per la guerra alzi la mano. Chi la alzerebbe? Chi si sentirebbe di farlo a cuor leggero? Chi sarebbe contro la pace? Gli appelli alla pace si moltiplicano esponenzialmente, e nel nostro paese le fonti a cui si attinge con maggior frequenza particolare sono papa Francesco e la Costituzione italiana. Il primo richiama tutti al fatto che la guerra è disumana ed è una follia; la seconda sancisce che il nostro paese ripudia la guerra. Questi gli appelli a caldo. Ma a freddo le cose sembrano un tantino più da articolare, a motivo del fatto che una cosa sono i principi...

Religioni in guerra?

A fronte delle complesse tensioni ecclesiali in Ucraina, occorre interrogarsi sugli elementi violenti che restano a inquinare il linguaggio religioso.

Etica teologica: sapere, affermare, spiegare

«Fa parte della storicità tragica e non rischiarabile della Chiesa il fatto che essa, nella prassi e nella teoria, ha difeso con cattivi argomenti massime morali basate su “pregiudizi”, su pre-convinzioni problematiche che non fu la Chiesa stessa a dissolvere (…) Tali massime false (…) imposero agli uomini dei pesi». «Uno dei compiti più importanti della teologia morale nel servizio dei fedeli (…) dovrebbe essere la loro liberazione da supposti ma infondati “vincoli assoluti”, spesso sostenuti nell’ambito della...

Scrittura e creazione: se cambia lo sguardo

Mi è capitato in mano, quasi per caso, in questi giorni festivi un testo di un importante biblista come Giuseppe Barbaglio (1934-2007), dal titolo suggestivo: Il mondo di cui Dio non si è pentito (EDB 2010). Si tratta in effetti di una raccolta postuma di alcuni dei numerosi scritti che nel corso della sua lunga esistenza teologica egli ha dedicato alla «mondanità del mondo», per usare un’espressione a lui cara, ma in effetti risalente a Johann Baptist Metz (1928-2019). Materiali suggestivi, ma … è stato per me abbastanza sconcertante tornare...

Uso delle fonti

Non si può immaginare contrasto più grande fra la morte di Socrate e la morte di Gesù. Come Gesù, il giorno della sua morte, Socrate è circondato dai discepoli, ma discute con loro sull’immortalità con una serenità sublime; Gesù trema, implora i suoi discepoli poche ore prima della sua morte di non lasciarlo solo. Quanto è vera questa sottolineatura di discontinuità tra due uomini, due culture, due visioni, due tradizioni di pensiero!  Quanto è suggestiva questa sottolineatura di differenza, forse, per scegliere...