m
Moralia Blog

Moralia Blog

Il creato e la sua bellezza

Se al mattino presto dovessi cogliere dal mio giardino una bellissima rosa rossa, vellutata, profumata e delicata, punteggiata di minuscole gocce di rugiada, per farla contemplare e ammirare a un gruppo di persone, particolarmente attente e sensibili, e poi, mentre sono in atteggiamento contemplativo ed estatico, dovessi, davanti ai loro occhi, rovinarla e distruggerla con la mia mano violenta e rapace, la prima parola che queste persone pronuncerebbero sarebbe: «Peccato!». Ebbene peccato è rovinare la bellezza delle cose, è distruggere la creazione che è il segno...

Una teologia morale feriale

L’invito del Sinodo in corso a pensare un modello di teologia e di cultura in genere che serva il popolo di Dio si riverbera sulle variegate vicende del rinnovamento della teologia.

Etica e relazione: etica è relazione

Uomo chi sei? Uomo dove sei? Uomo dove vai? Domande, contemporaneamente, essenziali e dense di fascino, capaci di sollecitare stupore perché rivolte all’uomo di ogni tempo e quindi anche all’uomo di oggi.  Quesiti che intraprendono un cammino di crescita, di maturità, di autenticità; interrogativi che esprimono un andare verso sé stessi e, mentre si scende onestamene nel proprio intimo, scoprire che si incontra un altro presente proprio in sé stessi: è entrare-in-relazione con sé stessi. Persona e questione antropologica Il concetto...

Pastorale e prassi morale. Una chance per l’etica teologica

Il vescovo statunitense Robert Barron, fondatore di «Word on fire», organizzazione la cui finalità è di annunciare Cristo in dialogo con la cultura, in un suo resoconto relativo all’ultima esperienza assembleare sinodale tenutasi a Roma così si esprime: «Un punto finale – e qui mi trovo francamente in disaccordo con la Relazione di sintesi – ha a che fare con lo sviluppo dell’insegnamento morale relativo al sesso. Si suggerisce che gli avanzamenti compiuti nella nostra comprensione scientifica richiederanno un ripensamento del nostro...

Amore e verità: una coppia inseparabile

Il documento Verso ottobre 2024, prodotto dal Consiglio ordinario del Sinodo dei vescovi, ha sollecitato il contributo di teologi, canonisti ed esperti delle scienze umane e sociali, rinviando ai contenuti della Relazione di sintesi della prima sessione della XVI Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei vescovi. Qui, al n. 15, viene posta l’attenzione sulla questione del rapporto tra amore e verità e sulle molteplici conseguenze che questo rapporto può avere su tante questioni etiche controverse. Volendo delineare un piccolo contributo al discernimento della questione, è...

La strage degli innocenti

In questi mesi, quasi quotidianamente, non solo i notiziari e la stampa ci hanno inondato delle drammatiche immagini del conflitto tra Israele e Hamas, ma i successivi talk show (almeno uno per ognuna delle principali emittenti) ci hanno bombardato, non materialmente come nella Striscia di Gaza ma verbalmente, di valutazioni, commenti, analisi politiche. Il più delle volte gridate come ormai si usa fare in TV. In ogni caso non voglio offrire un’ennesima considerazione socio-politica per quel bisogno, che ormai i social ci hanno inculcato, di esser presente, far udire la propria voce...

Il “visibile” dell’“invisibile”: per rilanciare Moralia

Tag, cioè “etichetta”, “cartellino”, “parola chiave”, ma anche, nel linguaggio jazzistico, la “coda”, gli elementi finali di un pezzo musicale. Nell’internazionalizzazione del linguaggio comunicativo digitale, i richiami concettuali che definiscono (ma anche limitano) il contenuto di un testo per un rapido accesso ai suoi fruitori. In questi giorni, contrassegnati da ritmi più lenti (almeno per me) e spazi di meditazione, che alternano sguardi all’indietro (non senza un pizzico di nostalgia) e prudenti proiezioni (non senza...

Natale 2023. «Finché non spunti il giorno»

Parole come luci per vincere i nostri luoghi oscuri. Parole e luci come riferimenti per orientarci verso la «Stella del mattino».

Etica con e senza Dio

«È la morale che conduce necessariamente alla religione», sostiene il filosofo (Kant). «In questo senso [il Vangelo] né fonda l’etica e la sua legge, né la condanna», deduce il teologo (Ruggieri). Di tanto in tanto un teologo fondamentale usa la parresia quando afferma che il Vangelo – non fondando l’etica ma neanche condannandola – molto più semplicemente si lascia da essa (intesa come cammino dell’uomo) coinvolgere, assumendo un atteggiamento paziente. Il teologo fondamentale in questione assume sul serio, nella...

Quando l’intelligenza artificiale «uccide» l’uomo

Poco prima dell’estate ha fatto molto scalpore un fatto curioso, accaduto durante una conferenza della Royal Aeronautical Society che si è svolta verso la fine di maggio a Londra.