m
Moralia Tag: teologia

Moralia Tag: teologia

Il cervello e la teologia (le neuroscienze non sono nemiche)

Le neuroscienze ci spingono a rivedere alcune opinioni sull’essere umano e sul modo con cui abita il proprio mondo. Un confronto con queste discipline è utile sia alla teologia morale sia alla teologia in genere. Quando si parla dell’umano è utile avvalersi di tutti gli aiuti possibili, per evitare il rischio di un approccio ingenuo e fuori dal tempo. Si possono elencare alcune mutazioni, ma una va messa prima di tutte: le neuroscienze ci dicono che il cervello umano negli ultimi 10.000 anni è sostanzialmente lo stesso per ogni popolo e per ogni tempo. Ovvero che...

Teologia morale: a scuola da Kant

«È noto come in Kant si trovi, forse in maniera non del tutto coerente con la sua teoria generale sulla formazione delle norme, la medesima fondazione tanto della condotta cui si è moralmente tenuti nei rapporti con gli altri quanto per la condotta cui si è moralmente tenuti nei confronti di sé stessi». Avere a cuore la teologia morale Mi permetto di spigolare questo passaggio da un testo di B. Schüller[1] per evidenziare che chi ha a che fare con l’etica e la vuole imbrigliare in un sistema, quasi sicuramente non riuscirà nella sua impresa,...

Preti sposati: dov’è la novità

Non è corretto ridurre la ricchezza e la profondità dei contenuti che hanno animato il dibattito all’interno del Sinodo dei vescovi per la Regione panamazzonica (6-27 ottobre 2019) alla sola questione del celibato dei sacerdoti (alla quale si aggiunge, al massimo, quella del diaconato femminile). Forse anche questa volta abbiamo capovolto la narrativa: mentre l’Amazonia chiede all’Occidente (anche all’Occidente ecclesiale, sia chiaro) una conversione integrale, innanzitutto ecologica, che passi dal riconoscimento delle culture indigene, l’Occidente si...

Fedeltà al futuro. Il Sinodo per l’Amazzonia

Fedeltà: una parola quasi classica per la riflessione morale, da sempre attenta alla custodia di quanto ricevuto, alla tutela delle forme di comunione esistenti (si pensi a quella familiare), al riferimento all’eredità culturale e normativa delle generazioni precedenti. Non a caso uno dei termini biblici cui associamo il termine «conversione» dice del ritornare a quanto si è abbandonato. Si tratta di valenze di grande rilievo, ma mi sembra che il Sinodo sull’Amazzonia – di cui, mentre scriviamo, è disponibile il documento finale solo nella...

Studiare il cristianesimo da musulmani: perché?

Hamdam al-Zeqri: questo il nome del giovane yemenita che martedì 15 ottobre 2019 consegue la laurea triennale presso l’Istituto superiore di scienze religiose di Firenze con una tesi elaborata a partire dalla sua opera come ministro di culto per i musulmani del carcere di Sollicciano. Un musulmano che si laurea in un’istituzione cattolica: un fatto certamente singolare, che ha suscitato proteste e preoccupazioni in alcuni media, quasi si aprisse la possibilità che nelle scuole compaia un insegnante di religione cristiana personalmente musulmano. Si delinea forse qui la...

È scomparsa la fedeltà? Ecco perché...

«Salvami, Signore! Non c’è più un uomo fedele; è scomparsa la fedeltà tra i figli dell’uomo». A sentire queste parole del Salmo 12 si può senz’altro affermare che la preoccupazione per il venir meno della fedeltà non è certo un’esclusiva dei nostri giorni. Eppure, forse mai come prima, avvertiamo come la pratica della fedeltà sia oggi estremamente difficile non tanto a causa del tradimento e della fragilità dei singoli, ma per motivi di ordine generale, «sistemici», per così dire. Se...

Amazzonia, luogo teologico

«Luogo teologico»: sono passati più di vent’anni da quando il teologo brasiliano Leonardo Boff qualificava così la regione, nel suo primo testo di eco-teologia (Grido della terra, grido dei poveri, Cittadella, Assisi 1996), eppure tale intuizione non ha certo perso di validità. Sono molti infatti i segnali che invitano a guardare in questa direzione, per cogliervi alcuni elementi chiave per comprendere teologicamente questo nostro tempo. A colpire di più l’immaginazione sono gli incendi in quello che spesso viene definito come il polmone verde...

Paolo Sardi: cardinale e teologo morale

Il 13 luglio scorso è morto a Roma il card. Paolo Sardi, il cui obituary ufficiale si può vedere qui. Ai teologi morali italiani interessa in modo particolare ricordare che Paolo Sardi, nato nel 1934, è stato un teologo morale, iscritto all’Associazione Teologica italiana per lo studio della morale (ATISM) durante il suo insegnamento ad Aqui e a Torino, prima del trasferimento a Roma nel 1976. Era stato alunno del Collegio Lombardo di Roma durante l’epoca “eroica” della fine degli anni Cinquanta e negli anni Sessanta, insieme a Gianpiero Bof (1934-2017),...

Andare a messa e cambiare. Perché l’eucaristia ci attira

«L’eucaristia ci attira nell’atto oblativo di Gesù. Noi non riceviamo soltanto in modo statico il Logos incarnato, ma veniamo coinvolti nella dinamica della sua donazione». Così parla dell’eucaristia Benedetto XVI nell’enciclica Deus caritas est (n. 13). Sono parole decisive, perché reagiscono a un certo modo di considerare il mistero eucaristico che anche oggi, come in passato, rischia di non farne comprendere la portata autentica. Oltre la semplice presenza Non cogliamo la verità dell’eucaristia se rimaniamo a una comprensione...

Educare l’amore forte

«Chi dunque realizza il bene andando incontro a ciò che si deve temere, alla ferita, questi è veramente forte» (Summa theologica, II-II, q. 128). Queste sono le parole con cui Tommaso d’Aquino descrive l’identità dell’uomo capace di fortezza. L’uomo e la donna rinati dalla Pasqua di Cristo e abilitati dal dono di grazia ad amare «come lui ci ha amato» non vengono strappati dall’esperienza del mondo per essere immersi in un nuovo Eden. Si ama come Cristo restando nel mondo custoditi dallo sguardo del Padre (cf. Gv 17,11). Speranza...