m
Moralia Tag: cultura

Moralia Tag: cultura

La crisi della democrazia americana come crisi religiosa

Non è più mera retorica parlare di un possibile collasso della democrazia negli Stati Uniti d’America. Questi ultimi quattro anni di presidenza Trump hanno significato un progressivo degrado dello stato di diritto: un’anticipazione di quello che potrebbe succedere con un secondo mandato, viste le dichiarazioni e gli atti degli ultimi mesi durante la campagna elettorale, non solo da parte del presidente, ma anche del suo partito e delle forze che lo sostengono. Questione cattolica… Questa crisi americana ha un lato ecclesiale. È un problema di per sé...

Di libri in valigia (e non solo)

Piano piano, una parola rimasta sospesa in questi mesi incerti appena trascorsi – parola innominabile quasi come il Tu-sai-chi/Voldemort di Harry Potter – sta nuovamente riecheggiando nei nostri discorsi. La parola è: «vacanze». E per molti di noi la parola «vacanze» fa rima con la parola… «libri» o «lettura». Non che non si legga durante l’anno, anzi!, ma il tempo delle ferie è tempo per letture più personali, meno legate alla professione; tempo di letture più distese e gustate; tempo per smaltire...

Il pianto: così umano, così divino

Perché si piange? Perché passioni, emozioni, sentimenti di vario genere fanno lacrimare i nostri occhi? Le lacrime sono tutte uguali? Da che cosa sono composte le lacrime? Perché si piange quando si taglia una cipolla o quando si ride troppo? Perché le donne piangono più degli uomini? Perché ci si sente meglio dopo aver pianto? Si piange per vari motivi. Si piange di tristezza o di dolore per la perdita di una persona cara, perché è finita una storia d’amore, per essere stati abbandonati o per aver ricevuto una brutta notizia; si piange...

A scuola! Zaini (e PC) in spalla

Suona la campanella nelle nostre scuole, e migliaia di bambini, ragazzi e giovani cominciano o riprendono la scuola, costruendo il loro futuro intellettuale, sociale e di fede.

La circoncisione rituale maschile: etica e salute

Stando ai dati forniti dall’Associazione medici di origine straniera in Italia (AMSI), il 35% delle circoncisioni effettuate nel nostro paese su bambini stranieri viene eseguito clandestinamente e a domicilio, cioè da chi non possiede competenze mediche e in luoghi inadeguati dal punto di vista igienico-sanitario. Circoncidere neonati o bambini maschi in un tale contesto significa aumentare il rischio di complicazioni gravi, quali emorragia e infezioni, che a volte possono addirittura condurre alla morte del piccolo, come dimostrano i quattro decessi registrati in Italia (precisamente...

Primo Levi e il Prometeo digitale

Nasceva esattamente cento anni fa, il 31 luglio 1919, Primo Levi: scrittore, partigiano, autore di una delle testimonianze più forti della tragedia dell’Olocausto. Primo Levi scrisse anche racconti, in particolare Storie naturali (1966) una raccolta di 15 testi pubblicati sotto lo pseudonimo di Damiano Malabaila. Sono racconti brevi di carattere scientifico e fantascientifico, che prefigurano alcune delle conquiste della rivoluzione digitale e che Levi scrive, in buona parte, come trasposizione moderna del mito di Prometeo. La produzione di Levi, soprattutto nei racconti, compie...

Europa dove vai? «Dialoghi» verso le elezioni europee

Un secolo fa pochi chilometri di confine, armi benedette e un’insana passione per la guerra sacrificavano milioni di vite a quella che fu detta «guerra civile europea». Dopo sarebbe accaduto anche di peggio, se possibile. Poi un continente diviso, da Trieste a Stettino; ma anche un sogno, condiviso dai padri fondatori (Konrad Adenauer e Alcide De Gasperi, Sicco Mansholt, Robert Schuman e Jean Monnet, Simone Veil e Ursula Hirschmann, tra gli altri), che il Manifesto di Ventotene di Altiero Spinelli, del 1944, aveva lumeggiato in termini di «vita politica secondo le peculiari...

Serve ancora l’Europa? E il cristianesimo?

Un primo accenno, che non posso approfondire in questa occasione, è a chiedersi che cosa sia «Europa»: quando ne sia sorta la nozione, quali ne siano stati considerati, via via, i confini nel corso del tempo, dai lontani riferimenti nell’antichità all’indefinita area collocata a Nord del mare Mediterraneo, al primo precisarsi di un progetto politico-culturale di Europa con l’Impero carolingio – in realtà un’Europa corrispondente grosso modo a una parte di ciò che attualmente viene definita Europa occidentale – seguito poi...

Vista da Malta. Il problema dei confini

In questi ultimi tempi ho l’impressione che quando mi presento e dico che sono di Malta, sempre più italiani conoscano il mio paese, che l’abbiano visitato di recente, e che il confine si stia pian piano dissolvendo. Qualche giorno fa, infatti, qualcuno mi ha parlato con grande entusiasmo del colore della pietra corallina che «da noi» si utilizza per costruire le case. Certamente, la pietra si vede di più perché l’Unione Europea ha appena speso più di 40 milioni di euro per restaurare 135.000 metri quadri di fortificazioni «all’italiana»,...

Molto rumore per nulla? Guardare alla differenza di genere nella complessità

A fine gennaio, un papà norvegese, Ørjan Burøe, ha postato un video su Facebook, nel quale lui e il figlio di 4 anni, entrambi vestiti da Elsa, una delle due protagoniste di Frozen (Disney, 2010), ballano sulle note della canzone del film Let it go. In quattro giorni il filmato è stato visto 20 milioni di volte; a oggi più di 90 milioni di volte. Da un video virale … Come ogni post virale, il video di Burøe ha ricevuto anche numerosissimi commenti. Da una parte manifestavano apprezzamento per quel «papà dell’anno», capace...