A
Attualità
Il tuo abbonamento è scaduto. Rinnovalo al più presto per continuare ad accedere ai contenuti online riservati agli abbonati.

Attualità, 18/2014

Papa Francesco - Sinodo dei vescovi: la prima riforma

G. Brunelli
Il Sinodo dei vescovi sulla famiglia che si è appena concluso (III Assemblea generale straordinaria) aveva di fatto due compiti da affrontare: il tema in sé (le sfide che la famiglia ha davanti oggi) e il ruolo del Sinodo (il Sinodo come sinodalità). Ha segnalato diverse novità, e di fatto è la prima riforma avviata da Francesco.

Sinodo dei vescovi 2014: una sfida comune alla famiglia e alla Chiesa

M.E. Gandolfi
Il racconto di quello che, almeno fino a oggi, è stato il Sinodo più mediatico della storia della Chiesa deve tener conto di un potente concentrato di eventi, notizie e commenti che si sono alternati lungo i quindici giorni del suo svolgimento secondo un movimento di sistole e diastole.

Chiese locali - Card. Nichols: visto dall'Inghilterra

D. Sala
Dopo il primo confronto tra i padri sinodali, chiusosi il 19 ottobre, il processo del sinodo continuerà per tutto il 2015, con un approfondimento e una discussione nelle Chiese locali a partire dalle linee approvate in aula. Abbiamo rivolto qualche domanda al card. Vincent Nichols, arcivescovo di Westminster e presidente della Conferenza episcopale di Inghilterra e Galles.

Chiese locali - Mons. Mbilingi: visto dall'Africa

M.E. Gandolfi
Incontro mons. Mbilingi, arivescovo di Lubango (Angola) e presidente del SECAM, il 14 ottobre, poco prima dell'inizio della seconda giornata dei circoli linguistici.

Chiese locali - Mons. Takeo Okada: visto dal Giappone

M.E. Gandolfi
Incontro mons. Peter Takeo Okada, arcivescovo di Tokyo, a Casa Santa Marta nel primo pomeriggio del 13 ottobre. Gli presento il numero de Il Regno che pubblica in italiano la risposta dei vescovi giapponesi al questionario preparatorio al Sinodo. E rimane positivamente sorpreso di trovare il testo in italiano, anche perché - dice - "è quello che ho usato, in forma sintetica, per il mio intervento al Sinodo".

Sinodo - Media: una bella febbre

G. Mocellin
Su matrimonio e famiglia la Chiesa cattolica ha la febbre, ma averlo saputo e anzi averla misurata con tanta precisione è in sé un valore più che un problema.

Politica in Italia: un sistema ancora bloccato

G. Brunelli
La separazione tra il Partito democratico (PD) e la CGIL, lo scontro interno al PD, il rischio di una democrazia nuovamente bloccata. La vittoria di Renzi, che ha molti meriti e possibilità, per mancnaza di alternative rischia di portarci dal bipolarismo al monocratismo: dipenderà molto dalle riforme istituzionali e dalla legge elettorale; dipenderà molto da Renzi.

Italia - Rapporto Migrantes: emigranti vecchi e nuovi

F. Rossi
L'Italia è (ancora) terra di emigrazione. Complice una crisi che non dà tregua, un tasso di disoccupazione e un precariato lavorativo che non consentono ai giovani di progettare il loro futuro, nonché l'incapacità del nostro paese di far fruttare i propri talenti, continuano ad aumentare gli italiani sparsi per il mondo.

Teologia - Convegno internazionale: l'ideologia religiosa del mercato

E. Gamba
Come la teologia è chiamata a interloquire con l'economia, ma anche a smascherarne le pretese di assolutezza.

Medio Oriente - Gaza: un futuro nel sangue?

L. Bianchi
Se la politica e la guerra non lasceranno spazio alle speranze.

Medio Oriente - Concistoro: ISIS, questione politica

G. Bernardelli
Può un Concistoro ordinario segnare un salto di qualità nel coinvolgimento delle comunità cattoliche di tutto il mondo rispetto a un dramma sempre più terribile come quello che stanno vivendo oggi i cristiani nel Medio Oriente?

Santa Sede - Questioni internazionali: dal Concistoro alla Turchia

G. Brunelli
Dal Concistoro appena celebrato e dedicato al Medio Oriente al prssimo viaggio di papa Francesco in Turchia. In mezzo la visita e l'intervento a Strasburgo di fronte al Parlamento europeo (25 novembre). Un percorso di politica internazionale a tappe forzate. Il papa avverte il pericolo per la pace e i diritti umani nell'ora attuale.

Repubblica democratica del Congo - Vescovi: a difesa della Costituzione

G. Baioni
Assume sempre più i contorni di un vero e proprio scontro il braccio di ferro che da tempo vede contrapposti i vertici della Chiesa cattolica congolese e il potere costituito.

Africa - Mozambico: elezioni senza "mudança"

D. Maggiore
Malgrado la parola d'ordine - anche del candidato governativo - in campagna elettorale fosse "mudança", cioè cambiamento, da questo punto di vista niente di nuovo sembra prepararsi dopo le elezioni.

Kenya, Ruanda - Corti internazionali: destini diversi

D. Maggiore
Due tribunali, due casi, due accuse di crimini contro l'umanità. E due esiti diversi, sia in aula sia nell'opinione pubblica.

Dibattito - Coda legge Bertuletti: Trinità di Dio, verità dell'uomo

P. Coda
"Il percorso della rivelazione è il cammino in noi della verità alla verità". Sul volume di Angelo Bertuletti "Dio, il mistero dell'Unico".

Due matrimoni, un sacramento

La proposta di un teologo e di una consulente famigliare

G. Piana
Il libro dei coniugi Thomas e Heidi Ruster, "Finché morte non vi separi? L'indissolubilità del matrimonio e i divorziati risposati. Una proposta", può essere considerato come un contributo significativo e originale al dibattito sulla questione dei divorziati risposati nella Chiesa, che ha occupato - com'era facile prevedere - un posto di primo piano nel Sinodo appena concluso in Vaticano

Gesù: il mistero della morte

G. Forni Rosa
Sulle risorse (e qualche limite) dell'assoluta indipendenza della ricerca. Sul volume di A. Destro e M. Pesce "La morte di Gesù. Indagine su un mistero"

Libri del mese - Schede - Ottobre 2014

M.E. Gandolfi
I «Libri del mese» si possono acquistare: - per telefono, chiamando lo 051 3941522; - per fax, inviando un ordine allo 051 3941577; - per e-mail, all'indirizzo vendite.dirette@dehoniane.it - online, acquistandoli presso www.libreriacattolica.it - per posta, scrivendo a Centro Editoriale Dehoniano, via Scipione Dal Ferro 4, 40138 Bologna.

M. Ambrosini, D. Coletto, S. Guglielmi, Perdere e ritrovare il lavoro

E. Caneva
Il volume presenta i risultati di un'indagine diretta da Maurizio Ambrosini e realizzata da un gruppo di ricerca del Dipartimento di Scienze sociali e politiche dell'Università di Milano, con il sostegno della Fondazione Cariplo.

M. Salvioli, L'invenzione del secolare

A. Franzoni
Il volume è la prima introduzione in lingua italiana al movimento teologico della "Radical orthodoxy", e in particolare al pensiero di uno dei suoi massimi esponenti, l'anglicano John Milbank.

Chiavi di lettura: da cardinale e da papa

E. Corti
Non conosce pause la produzione editoriale su papa Francesco. Il suo passato in Argentina, il suo presente di papa gesuita e le sue parole continuano a essere raccolte e offerte in Italia e in tutto il mondo. Le ultime proposte sul mercato.

Quando Gaudenzia ingrassa

M. Veladiano
Il nome è difficile da portare, a dispetto del suo bel significato. La signorina si chiama Gaudenzia. Antifrastico quel che basta, vista la malinconia chiusa di questa vita giovane. Il soprannome è ancora più tremendo, Denza. Il papà è notaio in Novara, «ma il suo studio non era preso d’assalto dai clienti». La mamma è morta di parto. In famiglia c’è una sorella maggiore, Caterina chiamata Titina, e un’antica zia «zitellona, piccola, secca come un’aringa». La casa somiglia alla zia, il tempo fermato da chissaquando. La piccola immobile città somiglia alla casa. Le modiche relazioni somigliano alla città, intagliate in un bon ton solido come le colonne dei monumenti. Tutto si riproduce uguale, privo di grazia e intento. Un matrimonio in provincia, di Marchesa Colombi, è una piccola perfezione, asciutto come un rendiconto, feroce nel restituire un mondo circoscritto fatto di giorni che si lasciano dimenticare, ironico fin nel color verdebottiglia del vestito di festa che Gaudenzia riesce infine a conquistare per il matrimonio della sorella.

Teologia - Maestri: cose nuove e cose antiche

Intervista al benedettino Ghislain Lafont

Lumiére et vie
Ogni scriba, "divenuto discepolo del Regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche" (Mt 13,52). "Non è il Vangelo che cambia, siamo noi che cominciamo a comprenderlo meglio" (Giovanni XXIII).

Teologia - Klagenfurt: l'esperienza estatica

A. Franzoni
Dal 4 al 6 settembre 2014 a Klagenfurt (Austria) si è tenuta la IV edizione del Forum Junge Theologie, promossa dall'Università cattolica di pedagogia di Klagenfurt.

Diritto - Il problema della pena: una giustizia "altra"

L. Eusebi
Sfida culturale, giuridica e teologica raccolta anche da papa Francesco

Bose - Spiritualità ortodossa

D. Sala
SettembreBose – Spiritualità ortodossa. Dal 3 al 6 settembre si svolge presso il monastero di Bose a Magnano (BI) il XXII Convegno ecumenico internazionale di spiritualità ortodossa, organizzato in collaborazione con le Chiese ortodosse e intitolato «Beati i pacifici». Cf. Regno-att. 16,2014,551. Dialogo cattolico-ortodosso. Dal 15 al 23 settembre, ad Amman (Giordania), si tiene la XIII sessione plenaria...

Dialogo cattolico-ortodosso

D. Sala
SettembreBose – Spiritualità ortodossa. Dal 3 al 6 settembre si svolge presso il monastero di Bose a Magnano (BI) il XXII Convegno ecumenico internazionale di spiritualità ortodossa, organizzato in collaborazione con le Chiese ortodosse e intitolato «Beati i pacifici». Cf. Regno-att. 16,2014,551. Dialogo cattolico-ortodosso. Dal 15 al 23 settembre, ad Amman (Giordania), si tiene la XIII sessione plenaria...

Dichiarazione interreligiosa sul cambiamento climatico

D. Sala
SettembreBose – Spiritualità ortodossa. Dal 3 al 6 settembre si svolge presso il monastero di Bose a Magnano (BI) il XXII Convegno ecumenico internazionale di spiritualità ortodossa, organizzato in collaborazione con le Chiese ortodosse e intitolato «Beati i pacifici». Cf. Regno-att. 16,2014,551. Dialogo cattolico-ortodosso. Dal 15 al 23 settembre, ad Amman (Giordania), si tiene la XIII sessione plenaria...

ISIS - Lettera di 126 studiosi islamici

D. Sala
SettembreBose – Spiritualità ortodossa. Dal 3 al 6 settembre si svolge presso il monastero di Bose a Magnano (BI) il XXII Convegno ecumenico internazionale di spiritualità ortodossa, organizzato in collaborazione con le Chiese ortodosse e intitolato «Beati i pacifici». Cf. Regno-att. 16,2014,551. Dialogo cattolico-ortodosso. Dal 15 al 23 settembre, ad Amman (Giordania), si tiene la XIII sessione plenaria...

Francesco riceve la nuova TILC

D. Sala
SettembreBose – Spiritualità ortodossa. Dal 3 al 6 settembre si svolge presso il monastero di Bose a Magnano (BI) il XXII Convegno ecumenico internazionale di spiritualità ortodossa, organizzato in collaborazione con le Chiese ortodosse e intitolato «Beati i pacifici». Cf. Regno-att. 16,2014,551. Dialogo cattolico-ortodosso. Dal 15 al 23 settembre, ad Amman (Giordania), si tiene la XIII sessione plenaria...

Chiese europee - Clima

D. Sala
SettembreBose – Spiritualità ortodossa. Dal 3 al 6 settembre si svolge presso il monastero di Bose a Magnano (BI) il XXII Convegno ecumenico internazionale di spiritualità ortodossa, organizzato in collaborazione con le Chiese ortodosse e intitolato «Beati i pacifici». Cf. Regno-att. 16,2014,551. Dialogo cattolico-ortodosso. Dal 15 al 23 settembre, ad Amman (Giordania), si tiene la XIII sessione plenaria...

Concilio panortodosso - Incontro di preparazione

D. Sala
SettembreBose – Spiritualità ortodossa. Dal 3 al 6 settembre si svolge presso il monastero di Bose a Magnano (BI) il XXII Convegno ecumenico internazionale di spiritualità ortodossa, organizzato in collaborazione con le Chiese ortodosse e intitolato «Beati i pacifici». Cf. Regno-att. 16,2014,551. Dialogo cattolico-ortodosso. Dal 15 al 23 settembre, ad Amman (Giordania), si tiene la XIII sessione plenaria...

Ai cristiani dell'Iraq

L. Accattoli
SettembreBose – Spiritualità ortodossa. Dal 3 al 6 settembre si svolge presso il monastero di Bose a Magnano (BI) il XXII Convegno ecumenico internazionale di spiritualità ortodossa, organizzato in collaborazione con le Chiese ortodosse e intitolato «Beati i pacifici». Cf. Regno-att. 16,2014,551. Dialogo cattolico-ortodosso. Dal 15 al 23 settembre, ad Amman (Giordania), si tiene la XIII sessione plenaria...

La Chiesa ci chiede cambiamenti

L. Accattoli
SETTEMBREAi cristiani dell’Iraq. «Rivolgo un cordiale benvenuto ai pellegrini di lingua araba, in particolare a quelli provenienti dall’Iraq. La chiesa è Madre e, come tutte le madri, sa accompagnare il figlio bisognoso, sollevare il figlio caduto, curare il malato, cercare il perduto e scuotere quello addormentato e anche difendere i figli indifesi e perseguitati. Oggi vorrei assicurare, specialmente...

Redipuglia

L. Accattoli
SETTEMBREAi cristiani dell’Iraq. «Rivolgo un cordiale benvenuto ai pellegrini di lingua araba, in particolare a quelli provenienti dall’Iraq. La chiesa è Madre e, come tutte le madri, sa accompagnare il figlio bisognoso, sollevare il figlio caduto, curare il malato, cercare il perduto e scuotere quello addormentato e anche difendere i figli indifesi e perseguitati. Oggi vorrei assicurare, specialmente...

Riforma del processo matrimoniale

L. Accattoli
SETTEMBREAi cristiani dell’Iraq. «Rivolgo un cordiale benvenuto ai pellegrini di lingua araba, in particolare a quelli provenienti dall’Iraq. La chiesa è Madre e, come tutte le madri, sa accompagnare il figlio bisognoso, sollevare il figlio caduto, curare il malato, cercare il perduto e scuotere quello addormentato e anche difendere i figli indifesi e perseguitati. Oggi vorrei assicurare, specialmente...

Albania

L. Accattoli
SETTEMBREAi cristiani dell’Iraq. «Rivolgo un cordiale benvenuto ai pellegrini di lingua araba, in particolare a quelli provenienti dall’Iraq. La chiesa è Madre e, come tutte le madri, sa accompagnare il figlio bisognoso, sollevare il figlio caduto, curare il malato, cercare il perduto e scuotere quello addormentato e anche difendere i figli indifesi e perseguitati. Oggi vorrei assicurare, specialmente...

Donne teologhe

L. Accattoli
SETTEMBREAi cristiani dell’Iraq. «Rivolgo un cordiale benvenuto ai pellegrini di lingua araba, in particolare a quelli provenienti dall’Iraq. La chiesa è Madre e, come tutte le madri, sa accompagnare il figlio bisognoso, sollevare il figlio caduto, curare il malato, cercare il perduto e scuotere quello addormentato e anche difendere i figli indifesi e perseguitati. Oggi vorrei assicurare, specialmente...

Ex nunzio Wesolowski

L. Accattoli
SETTEMBREAi cristiani dell’Iraq. «Rivolgo un cordiale benvenuto ai pellegrini di lingua araba, in particolare a quelli provenienti dall’Iraq. La chiesa è Madre e, come tutte le madri, sa accompagnare il figlio bisognoso, sollevare il figlio caduto, curare il malato, cercare il perduto e scuotere quello addormentato e anche difendere i figli indifesi e perseguitati. Oggi vorrei assicurare, specialmente...

Müller incontra Fellay

L. Accattoli
SETTEMBREAi cristiani dell’Iraq. «Rivolgo un cordiale benvenuto ai pellegrini di lingua araba, in particolare a quelli provenienti dall’Iraq. La chiesa è Madre e, come tutte le madri, sa accompagnare il figlio bisognoso, sollevare il figlio caduto, curare il malato, cercare il perduto e scuotere quello addormentato e anche difendere i figli indifesi e perseguitati. Oggi vorrei assicurare, specialmente...

Rimosso vescovo di Ciudad del Este

L. Accattoli
SETTEMBREAi cristiani dell’Iraq. «Rivolgo un cordiale benvenuto ai pellegrini di lingua araba, in particolare a quelli provenienti dall’Iraq. La chiesa è Madre e, come tutte le madri, sa accompagnare il figlio bisognoso, sollevare il figlio caduto, curare il malato, cercare il perduto e scuotere quello addormentato e anche difendere i figli indifesi e perseguitati. Oggi vorrei assicurare, specialmente...

Gesuiti soppressi e barca di Pietro

L. Accattoli
SETTEMBREAi cristiani dell’Iraq. «Rivolgo un cordiale benvenuto ai pellegrini di lingua araba, in particolare a quelli provenienti dall’Iraq. La chiesa è Madre e, come tutte le madri, sa accompagnare il figlio bisognoso, sollevare il figlio caduto, curare il malato, cercare il perduto e scuotere quello addormentato e anche difendere i figli indifesi e perseguitati. Oggi vorrei assicurare, specialmente...

I due papi e gli anziani

L. Accattoli

Benedetto XV - La Grande guerra: preghiera e diplomazia

M. Paiano
Quale fu la posizione di Benedetto XV, il papa dell’«inutile strage», nei confronti del primo conflitto mondiale? L’analisi storica rivela quanto i cent’anni trascorsi abbiano conosciuto un’evoluzione nell’atteggiamento della Chiesa cattolica rispetto al tema della guerra e della pace, parallelamente al modificarsi profondo della guerra stessa nelle sue modalità. Nei suoi interventi il pontefice cercò di proporsi come guida morale sovranazionale, e di ottenere autorevolezza presso la comunità internazionale, utilizzando gli spazi e gli strumenti di cui disponeva: i rapporti diplomatici, l’assistenza e il soccorso prestati in diversi ambiti a tutte le vittime della guerra a prescindere dalla nazionalità e dalla confessione religiosa, e la «mobilitazione spirituale» dei cattolici attraverso la preghiera: di qui le devozioni al Sacro Cuore e a Maria Regina pacis. Sottolineò la linea di imparzialità cui la Santa Sede era tenuta ad attenersi, motivandola sia con la presenza dei cattolici nei paesi dei due fronti contrapposti, sia con l’universalità dei principi cristiani, che imponevano un’accettazione limitata e condizionata del patriottismo e del principio di nazionalità.

Cinema - Anniversari: a cosa serve Pasolini?

T. Subini
Cinquant'anni dopo "Il Vangelo secondo Matteo"

Chiesa - Intervista: proposte e sogni di riforma

M. Castagnaro
Nella linea di papa Francesco: nuovi appunti di mons. Giuseppe Casale, arcivescovo emerito di Foggia-Bovino.

Famiglia e fede. Ebrei per nascita, cristiani con il battesimo

P. Stefani
Nello scorso settembre a Roma si è svolto, come avviene ormai da alcuni anni, il Festival internazionale della letteratura e della cultura ebraiche. Il tema di quest'anno era dedicato alla famiglia. Nessuna convergenza esplicita con il Sinodo dei vescovi. Eppure il riferimento è emerso nel corso di un confronto tra la famiglia ebraica e quella cristiana.

"Ma tu ti senti colpevole?". Una domanda invadente e le cento risposte dalle carceri

L. Accattoli
Da tre anni sono il presidente della giuria del Premio Castelli, che è un premio letterario per carcerati, che ha dietro la Società di San Vincenzo de Paoli. "Ma tu ti senti colpevole?" è stato il tema di quest'anno, che ha provocato 176 risposte furenti e dolenti dalle carceri di tutta Italia.