A
Attualità
Attualità, 2/2021, 15/01/2021, pag. 54

Sacerdozio – Sessualità. Appunti per una road map

Raffaele Iavazzo

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2021-4

Sul disagio dei preti: le reazioni; Nella profondità dell’Essere

Raffaele Iavazzo; P. Giovanni Belloni PIME

Caro direttore,

sono anni che attorno al disagio dei preti vado organizzando la mia riflessione, così come poi pubblicata lodevolmente dalla rivista Il Regno (2,2021,51), che lei dirige. Ora, tutto insieme, vedo suscitare attorno a questo stesso tema un interesse, che finora è rimasto sopito o appena sussurrato, o francamente ammesso solo nel chiuso del mio studio di psicoterapeuta. E arrivano tanti messaggi di varia intensità, che ringraziano, interrogano, sollecitano, chiedono approfondimenti e soccorso personale.

Attualità, 2021-2

Il disagio dei preti. Pastori nuovi, nuovi pastori

Raffaele Iavazzo

C’è sofferenza oggi nel vissuto di molti preti, che si «sviluppa in una condizione di particolare solitudine». Personale – legata a ciascun individuo e alla formazione ricevuta –, ecclesiale – vissuta in comunità sfilacciate anche a fronte di un sensibile calo numerico di preti – e sociale – per la perdita di uno status riconosciuto. Non si tratta di puntare il dito sui casi di scandalo, ma di considerare seriamente i segnali d’allarme che chi si occupa di disagio sa rilevare – scrive Raffaele Iavazzo, psichiatra –. L’istituzione ecclesiale sembra continuare a offrire una formazione al futuro presbitero come se vivesse sotto «assedio». Quando la tempesta infuria il castello difensivo crolla. Lo testimoniano anche le risposte a un questionario sulla salute psicofisica che i vescovi francesi hanno inviato ai propri preti (p. 61). Occorre quindi un ripensamento corale perché c’è sempre più necessità «di nuovi pastori, che siano espressione di una nuova comunità e della sua fede e siano ricchi di una buona capacità apostolica», che è compito di ciascun battezzato.