A
Attualità
Attualità, 12/2017, 15/06/2017, pag. 357

P.P. Bastia, Da perfidi judaei a carissimi a Dio

Le origini della dichiarazione conciliare sugli ebrei

Piero Stefani

L'opera di Bastia ha come scopo specifico l’indagine sulle ragioni, sia remote sia prossime, che hanno condotto a una dichiarazione solitamente colta come uno dei frutti più innovativi del Vaticano II (…) Essa, tra l’altro, si presenta ricca di apporti originali (si veda per esempio l’accurata disamina degli articoli dedicati agli ebrei apparsi su La Civiltà cattolica dal 1946 al 1963). Non si può quindi che essergli grati per la sua fatica. Lo studio «a monte» redatto da Bastia si affianca a una produzione dedicata alla Nostra aetate che non cessa di crescere, mentre non mancano ormai neppure indagini «a valle» incentrate sulla recezione del documento.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2024-4

I. De Francesco, Etica islamica contemporanea

Fonti, norme, comportamenti

Piero Stefani

La presenza nel titolo dell’aggettivo «islamica» riferito a «etica» fa immediatamente percepire che si è di fronte a un’eteronomia. Impressione rafforzata dal rilievo secondo cui l’islam è «un ricco e variegato sistema religioso, etico e giuridico»

Attualità, 2024-4

Io credo

Ambivalenze della fede messianica

Piero Stefani
Nel secondo capitolo del libro del profeta Abacuc vi è un versetto destinato a riprese imprevedibili per il suo autore. Attraverso la lettura compiuta, dapprima da Paolo poi da Lutero, l’affermazione stando alla quale il giusto vive di fede è diventata uno dei grimaldelli in grado di scardinare interi assetti teologici ed ecclesiali (cf. Ab 2,4; Rm 1,17). Tuttavia non sono prive...
Attualità, 2024-2

B. Bashir, A. Goldberg (a cura di), Olocausto e Nakba

Narrazioni tra storia e trauma

Piero Stefani

Che la Shoah e la Nakba siano tuttora riferimenti fondamentali, sia pure in maniera differente, delle due identità nazionali israeliana e palestinese è dato sicuro. Esse vanno confrontate non già come eventi bensì come memorie.