A
Attualità
Attualità, 22/2021, 15/12/2021, pag. 697

Italia - Complottismo: forse è falso, ma dice il vero

Tra rappresentazione mentale e realtà storica

Daniele Menozzi

Diversi analisti hanno richiamato l’attenzione sull’attuale diffusione di una lettura cospirazionista della realtà. Per la verità si tratta di uno schema interpretativo degli eventi che ha una lunga storia: basta pensare all’accusa rivolta già nel primo secolo dai pagani ai cristiani di complottare per sostituire all’Impero romano un nuovo ordine politico e sociale. Ma non c’è dubbio che alcune recenti vicende hanno reso il fenomeno particolarmente appariscente, ampio e inquietante.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2021-20

Cattocomunista

Guido Miglioli: il mito, l’ideologia e la storia

Daniele Menozzi

La possibilità per i credenti di una contemporanea adesione a comunismo e cattolicesimo – che già aveva animato discussioni politico-culturali nel corso della prima metà del Novecento – ha acquisito particolare rilievo nella stagione postconciliare. Nel dibattito pesavano le censure romane. Nell’enciclica Divini redemptoris del 1937, Pio XI era giunto a proclamare il comunismo «intrinsecamente perverso». 

Attualità, 2021-16

Nonviolenza e legittima difesa

Le prudenze di Francesco e la Resistenza cattolica

Daniele Menozzi

L’indirizzo riformatore di papa Francesco ha trovato uno dei suoi momenti più incisivi nel messaggio, datato 8 dicembre 2016, per la 50^ Giornata mondiale della pace. Intitolato La nonviolenza: stile di una politica per la pace, il messaggio ha tagliato corto con la teologia della guerra giusta che ancora guidava gli orientamenti espressi dal Catechismo della Chiesa cattolica in ordine alla definizione dell’atteggiamento dei credenti verso l’uso delle armi. Ha infatti affermato che, avendo Gesù tracciato nel suo insegnamento la via della nonviolenza, essere suoi «veri discepoli oggi significa aderire anche alla sua proposta di nonviolenza» (Regno-doc. 1,2017,2).

 

Attualità, 2021-14

Chiesa - Omosessualità: se una persona è gay…

Francesco e le posizioni della Chiesa novecentesca

Daniele Menozzi

Se «una persona è gay e cerca il Signore e ha buona volontà, ma chi sono io per giudicarla?» (Regno-doc. 15,2013, 462). La frase, pronunciata da papa Francesco nel luglio 2013 durante il viaggio di ritorno da Rio de Janeiro, è stata presentata come una svolta nell’atteggiamento della Chiesa nei confronti dell’omosessualità.