A
Attualità
Attualità, 22/2019, 15/12/2019, pag. 675

Aa. Vv., Dizionario di Teologia morale

Giuliano Martino

«Il nuovo Dizionario nasce dall’esigenza di dare un nuovo contributo alla riflessione teologica e morale in relazione all’attualità che stiamo oggi affrontando e vivendo. Un’attenzione data anche all’ambito tecnologico, sia dal punto di vista bioetico che da quello comunicativo» – ha proseguito Giannino Piana, ripercorrendo le tappe storiche che hanno portato all’edizione del 2019 –. Senza dimenticare di ringraziare le EDB che «grazie alla nascita della Rivista di teologia morale, hanno dato un grande contributo alla riflessione della teologia morale da un punto di vista pastorale».

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2021-6

Italia - Pastorale: credere social

Giuliano Martino
Che cosa vuol dire stare sui social media da cattolici? Ma soprattutto, esiste davvero un modo cattolico per utilizzarli? Queste e molte altre riflessioni hanno guidato un interessante confronto in occasione del webinar «Catto-social: il fenomeno don Ravagnani e le sfide digitali per la Chiesa», organizzato da Vinonuovo.it e svoltosi lo scorso 16 febbraio. Fra i partecipanti anche lo stesso...
Attualità, 2021-4

S. Petrosino, Il desiderio

Non siamo figli delle stelle

Giuliano Martino

Quello che nessuno di noi comprende subito è che nella maggior parte dei casi stiamo confondendo il desiderio con il bisogno. È partendo da questa considerazione che Silvano Petrosino, filosofo e docente all’Università cattolica di Milano, invita tutti noi a dare il giusto significato alla parola «desiderio». Il libro è una riflessione antropologica in cui emergono i limiti e le potenzialità dell’essere umano, la sua natura e la sua dimensione sociale.

 

Attualità, 2021-2

Pandemia - Nuove tecnologie: la teologia nella Rete

Un fenomeno in forte crescita

Giuliano Martino

Da quando la pandemia è entrata a far parte delle nostre vite, la quotidianità è cambiata. Siamo costretti a svolgere molte attività da casa e col passare del tempo la didattica a distanza e le riunioni di lavoro su Zoom non sono più una novità. Questi mesi on-line – potremmo anche dire on-life – ci hanno però insegnato due cose: la prima riguarda il valore delle relazioni off-line, che forse mai avremmo immaginato potessero mancarci così tanto; la seconda è che il digitale è uno strumento fondamentale anche per la Chiesa.