A
Attualità
Attualità, 12/2018, 15/06/2018, pag. 361

Nigeria: il gigante diviso

Giusy Baioni

Nello stato di Benue è in corso un’escalation che ha fatto crescere la tensione nella capitale dello stato, Makurdi, dove diversi giovani sono scesi in strada dando fuoco a pneumatici. Il paese, nella Nigeria centrosettentrionale, è quello più colpito dalla disputa per la terra: negli ultimi tempi, infatti, migliaia di pastori si sono spostati verso Sud in fuga dalla crescente desertificazione, premendo sulle sempre meno numerose terre fertili, nel mezzo di una rapida crescita demografica.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2023-2

Francesco - Congo e Sud Sudan: un viaggio necessario

Territori mai pacificati sperano in una ricaduta per la pace

Giusy Baioni

Dopo il rinvio dello scorso anno, dovuto ai problemi al ginocchio, papa Francesco ha caparbiamente voluto trovare un’altra data per il viaggio in Repubblica democratica del Congo (RDC) e Sud Sudan: due paesi tormentati e dimenticati, che già lo scorso luglio ne attendevano la visita come manna dal cielo, come un segnale forte di vicinanza e sostegno a processi di pace che non decollano e anzi spesso fanno passi indietro. Così, dal 31 gennaio al 3 febbraio papa Bergoglio sarà a Kinshasa, capitale congolese, per poi spostarsi a Juba, in Sud Sudan, fino al 5 febbraio.

 

Attualità, 2022-14

Africa – Repubblica democratica del Congo: Mukwege for president?

Giusy Baioni

Mukwege ha passato questi ultimi anni a perorare la causa della giustizia per il suo paese in ogni consesso internazionale, ai più alti vertici, ricevendo sempre lodi e rassicurazioni. Che però non si sono finora mai tradotte in atti concreti. Forse, stanco d’essere voce che grida nel deserto, stavolta potrebbe davvero riconsiderare la possibilità di un impegno politico. Ma questo fattore spariglierebbe davvero le carte.

 

Attualità, 2022-14

Nigeria - Cristiani: non siamo terroristi

Giusy Baioni

Siamo «sacerdoti, non terroristi!», «il governo dovrebbe proteggere i nigeriani», «bisogna fare giustizia»: è con slogan come questi che hanno sfilato oltre 700 sacerdoti, giunti da tutta la Nigeria per partecipare ai funerali di p. Vitus Borogo, assassinato il 25 giugno a Kaduna. E proprio l’arcivescovo di Kaduna, mons. Matthew Manoso Ndagoso, durante l’omelia ha ricordato come i nigeriani vivano nella paura costante d’essere vittime di violenze, mentre il governo federale non appare in grado d’affrontare la questione.