A
Attualità
Attualità, 12/2018, 15/06/2018, pag. 342

Nicaragua: appesi al dialogo

Gabriella Zucchi

Non è ancora dato di sapere se l’appello del papa all’Angelus dello scorso 3 giugno potrà incontrare accoglienza, se il dialogo nazionale che vede i vescovi mediatori riprenderà. «Mi unisco ai miei fratelli vescovi del Nicaragua nell’esprimere dolore per le gravi violenze, con morti e feriti, compiute da gruppi armati per reprimere proteste sociali» ha detto il pontefice. Secondo la Commissione interamericana dei diritti umani (CIDH) a tutt’oggi i morti nel paese sono ormai più di 130 e i feriti un migliaio. 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2024-4

Democrazia - Ecuador ed El Salvador: l’ascesa della criminalità

L’allarme di alcuni rapporti. L’involuzione della vita democratica

Gabriella Zucchi

Negli ultimi due anni l’economia illecita mondiale è cresciuta, mentre la risposta degli stati non ha tenuto il passo con l’ascesa della criminalità, col risultato che la forbice tra questa e la capacità di resilienza si è allargata.

Attualità, 2024-4

America centrale – Haiti: il tempo della violenza

Gabriella Zucchi

La «situazione ad Haiti è disperata», ha affermato Volker Türk, alto commissario delle Nazioni unite per i diritti umani, a conclusione della visita compiuta nel paese caraibico dall’8 al 10 febbraio scorsi.

Attualità, 2024-2

Nicaragua – Chiesa cattolica: la mediazione

Gabriella Zucchi

Dopo l’Angelus del 1° gennaio, giorno in cui ricorreva la 57a Giornata della pace, la parola del papa è riecheggiata nuovamente, invocando dialogo in Nicaragua, a conferma della grave situazione in cui si trova la Chiesa cattolica.