A
Attualità
Attualità, 5/2015, 15/05/2015, pag. 357

Cos'è mai l'uomo?

Cercando il "vero" nella vita. Un racconto

Piero Stefani
Le dissero: «Guarda su Youtube, imparerai molte cose dalle scimmie». Che la differenza tra animali ed esseri umani sia minore di quanto si credeva un tempo era noto a Emilia. Da sempre cultrice di studi biologici, la donna si era di recente appassionata anche all’etologia. La frase dell’amica l’aveva perciò un poco irritata; avviene di frequente quando qualcuno vuole portare vasi a Samo. «Proprio a me lo vieni a dire? E poi non hai altro di meglio che mandarmi su Youtube? La mia è una formazione scientifica seria». Nella mente della biologa erano rapidamente passati pensieri di questo tipo. La sua fronte si era un po’ aggrottata, specie lì al centro, al di sopra del naso. Per la verità fu per poco. Il self control era una delle caratteristiche di Emilia note a tutti i suoi conoscenti. Chi era più familiare con lei sapeva, però, che quei, sia pur fugaci, solchi all’attaccatura del naso, erano la spia di un’inquietudine non lieve. L’amica non se ne accorse e accettò con gioia il suo garbato ringraziamento: «Non ti preoccupare, lo guaderò senz’altro».

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2024-12

P. Rossano, Non vieni proprio a Roma?

Lettere a Paolo De Benedetti

Piero Stefani

Il libro raccoglie 27 lettere scritte da Pietro Rossano (1923-1991) a Paolo De Benedetti (1927-2016; cf. Regno-att. 20,2022, 645); non sono purtroppo conservate le missive di quest’ultimo che pur, si deduce, fu colui che diede sempre il la alle «chiamate».

Attualità, 2024-12

S. Guijarro Oporto, La memoria vivente di Gesù

Dinamiche della trasmissione orale

Piero Stefani

Un’antica testimonianza di Papia di Hierapolis (o Gerapoli, 70 circa dopo il 130) sostiene, rispetto a Gesù, che la trasmissione orale è da ritenersi più autorevole dei documenti scritti.

Attualità, 2024-12

Il lascito d’Israele

I sogni non passano in eredità

Piero Stefani
Autori ed editori sanno che non è facile trovare dei bei titoli. In realtà, quando la prova del tempo rende «classici» determinati libri, il problema si dissolve. I promessi sposi non è di per sé un titolo migliore dei precedenti Gli sposi promessi o Fermo e Lucia; tuttavia il rilievo, ormai, conta poco. Il romanzo di Manzoni si è sbarazzato di questioni...