A
Attualità
Attualità, 18/1982, 15/09/1982, pag. 438

Armi ed economia

G.B.

Leggi anche

Documenti, 2023-3

Confronto sul cammino sinodale tedesco

Mons. Georg Bätzing; card. Luis F. Ladaria Ferrer; card. Marc Ouellet

Dal 14 al 20 novembre si è svolta a Roma la visita ad limina dei vescovi tedeschi, che hanno incontrato il papa e vari prefetti di dicasteri vaticani. L’incontro, di cui sono stati pubblicati ufficialmente dalla Santa Sede alcuni interventi che qui riproponiamo, non è bastato a fugare le preoccupazioni della Santa Sede per il Cammino sinodale tedesco, di cui non condivide i presupposti e che continua ad apparirle come uno «scisma» strisciante.

Prova ne è la lettera (cf. qui a p. 108), che i prefetti dei Dicasteri per la dottrina della fede e per i vescovi, insieme al segretario di stato vaticano card. Pietro Parolin, hanno inviato in gennaio al presidente dei vescovi tedeschi mons. Georg Bätzing, in cui accusano il processo sinodale tedesco di voler minare l’autorità dei singoli vescovi nelle loro diocesi e quella della Conferenza episcopale tedesca introducendo un nuovo organismo decisionale nel quale sono presenti anche dei laici. Un’accusa infondata, secondo mons. Bätzing.

La quinta Assemblea sinodale a conclusione del Cammino sinodale della Chiesa in Germania si terrà a Francoforte sul Meno dal 9 all’11 marzo 2023.

 

Attualità, 2023-2

America Latina - Brasile: tentato golpe

Gabriella Zucchi

L’«affievolirsi della democrazia» in vari paesi dell’America Latina è una delle particolari preoccupazioni di papa Francesco oggi. «Penso specialmente a quanto accaduto recentemente in Perù e, in queste ultime ore, in Brasile», ha dichiarato nel tradizionale discorso d’inizio anno al corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede (9.1.2023). Il pontefice ha messo l’accento sulle «crescenti polarizzazioni politiche e sociali, che non aiutano a risolvere i problemi urgenti dei cittadini».

 

Attualità, 2022-22

A. Palini, Juan Gerardi

Nunca más – Mai più

Gabriella Zucchi

La notte del 26 aprile 1998 mons. Juan José Gerardi Conedera, 75 anni, vescovo ausiliare e vicario generale dell’arcidiocesi di Città del Guatemala, viene barbaramente assassinato nel cortile dell’arcivescovado. In apertura del libro, l’autore specifica di trattare «della vicenda di un vescovo a torto poco noto in Italia», e del suo piccolo paese, il Guatemala, che nella seconda metà del Novecento «ha conosciuto una terribile storia di persecuzione e di violenza, alla quale mons. Gerardi si è opposto con le armi del diritto e della fede».