A
Attualità
Attualità, 16/1975, 15/08/1975, pag. 347

Torino/Partecipazione: chi inizia e chi continua

G. G.

Leggi anche

Attualità, 2015-2

Facoltà teologiche in Italia: la teologia e i manuali

Il rischio di una didattica che comunica un sapere generico

G. Guglielmi
Entrando in una libreria cattolica si ha l’impressione che la quantità di manuali e saggi teologici sistematici superi le pubblicazioni a carattere storico ed ermeneutico. D’altra parte, questo predominio si spiega anche a motivo della tendenza degli stessi docenti di teologia a pubblicare (in alcuni casi anche a pochi anni dall’inizio dell’insegnamento) un proprio manuale. Inoltre, da una rapida lettura dei programmi di studio delle facoltà di teologia («guida dello studente») si ha la percezione che una sorta di «enciclopedismo» avvolga il sapere teologico.
Attualità, 2014-22

Il papa e gli ortodossi: non si può aspettare

Da Mosca, una riflessione sulla visita del vescovo di Roma a Costantinopoli

Ioann (G. Guaita)
Nelle parole rivolte da papa Francesco al patriarca Bartolomeo il 30 novembre scorso (ricorrenza liturgica di Sant’Andrea), alla fine della divina liturgia nella cattedrale patriarcale di San Giorgio al Fanar, sede del Patriarcato di Costantinopoli, il pontefice ha spiegato lo scopo della sua visita: «Incontrarci, guardare il volto l’uno dell’altro, scambiare l’abbraccio di pace, pregare l’uno per l’altro sono dimensioni essenziali di quel cammino verso il ristabilimento della piena comunione alla quale tendiamo. Tutto ciò precede e accompagna costantemente quell’altra dimensione essenziale di tale cammino che è il dialogo teologico. Un autentico dialogo è sempre un incontro tra persone con un nome, un volto, una storia, e non soltanto un confronto di idee. Questo vale soprattutto per noi cristiani, perché per noi la verità è la persona di Gesù Cristo» (Regno-doc. 21,2014,669). Con tali parole il pontefice, in modo estremamente semplice e chiaro, ha collegato il dialogo teologico tra cattolici e ortodossi, che negli ultimi tempi sembra trovarsi in una situazione di stallo, con la componente carismatica, personale e spirituale della ricerca dell’unità tra la tradizione cristiana d’Oriente e quella d’Occidente.
Attualità, 2014-16

R. Pannikar, P. Lapide, A. Kenntemich, Parliamo dello stesso Dio?

G. Giavini
Benché originario del 1994, questo libro non perde interesse e attualità. Il grande studioso di religioni Raimon Panikkar (1918-2010) e un esperto di ebraismo come Pinchas Lapide (1922-1997) dialogarono nel 1993 in Germania sulla possibilità di parlare di Dio oggi (e sempre) e da quel dialogo nacque questo volume.