A
Attualità
Attualità, 8/2022, 15/04/2022, pag. 244

S. Morandini, S. Noceti (a cura di), Diventare teologi

Antonio Ballarò

Il volume recepisce le trasformazioni avvenute in questi anni già «aggiornando» il titolo del libro di Sartori: non più «essere» ma «diventare» teologi, non tanto perché fare teologia sia o debba solo essere il frutto di scelte individuali e consapevoli, quanto per sottolineare la molteplicità e la dinamicità dei percorsi che lo rendono possibile.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2022-10

A. Melloni (a cura di), Sinodalità

Istruzioni per l’uso

Antonio Ballarò

Il Sinodo sulla sinodalità voluto da papa Francesco, variamente entrato nel vivo a seconda dei contesti nazionali soprattutto durante quest’anno, è sin dall’accostamento dei due vocaboli – sinodo e sinodalità – un invito a pensare un evento e la forma di cui è portatore.

Attualità, 2022-8

E.R. Urciuoli, La religione urbana

Come la città ha prodotto il cristianesimo

Antonio Ballarò

Il volume sintetizza uno studio quinquennale intorno alle «formazioni reciproche» di religione e urbanità, nella duplice consapevolezza che l’una e l’altra entrano in relazione in quanto «tutto esiste nello spazio e genera, a sua volta, spazio» e che a una religione possano essere associati luoghi tanto materiali (le chiese) come ideativi (il paradiso).

Attualità, 2022-4

A. Autiero, M. Perroni (a cura di), Maschilità in questione

Sguardi sulla figura di san Giuseppe

Antonio Ballarò

Prendere in mano questo libro oggi, a distanza di poco più di due mesi dalla chiusura dell’anno dedicato a Giuseppe di Nazaret, può indubbiamente costituire il coronamento di un percorso, ma può anche costringerci a ricominciarlo altrimenti. Curato dai teologi Antonio Autiero e Marinella Perroni, il libro si compone di numerosi «sguardi» sulla figura del cosiddetto padre putativo di Gesù, rimessa al centro da papa Francesco con l’iniziativa di un anno speciale che ha stupito molti.