A
Attualità
Attualità, 14/2022, 15/07/2022, pag. 429

Italia - Caritas: senza poveri siamo miserabili

Il 42° Convegno nazionale delle Caritas diocesane

Paolo Tomassone

I dati ISTAT – com’è stato ricordato a Milano – confermano per il 2021 che in Italia ci sono 5,6 milioni di persone in povertà assoluta e la rete delle Caritas, che già nel 2020 aveva sostenuto 1,9 milioni di persone, intensifica l’impegno e l’attività di osservazione permanente, grazie agli oltre 2.600 centri d’ascolto in rete, in 193 diocesi. Come emerge nel quaderno di Caritas italiana Politiche migratorie: il PNRR che non c’è presentato al convegno, i centri d’ascolto e i servizi che hanno lavorato con regolarità anche durante il lockdown sono stati un numero superiore a quelli del 2019, pari a 2.663 (il 69% del totale), dislocati in poco meno di 200 diocesi.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2022-14

G. Campanini, Dire lavoro

Paolo Tomassone

Come ridare senso al lavoro, in un’epoca in cui i giovani faticheranno sempre di più a trovare una propria collocazione sul mercato? A tentare una risposta è il sociologo Campanini, specialista in storia delle dottrine politiche, che offre diversi spunti per riprendere in mano i testi del concilio Vaticano II sul lavoro rimasti in ombra nelle ultime stagioni.

Attualità, 2022-12

Religiose - XXII Assemblea plenaria UISG: a partire dalla vulnerabilità

Il ruolo delle religiose nella Chiesa di Francesco

Paolo Tomassone

La XXII Assemblea plenaria che si è svolta a Roma dal 2 al 6 maggio è stata un’occasione per presentare il bilancio delle attività svolte negli ultimi tre anni, bruscamente messe alla prova dall’emergenza COVID-19. Nonostante le restrizioni e gli impedimenti generati dalla pandemia, dal 2019 a oggi sono stati gettati «nuovi semi» che cominciano a dare i primi frutti

Attualità, 2022-10

G. Motta, Verità e beffe del secolo passato

Paolo Tomassone

Ci si può accostare a questo testo come a un romanzo storico, perché parla di un viaggio cominciato un secolo fa e non ancora concluso. A questo lettore consigliamo un notes per appuntarsi i paesi, le città e le persone – ne abbiamo contati almeno 600 – che l’autore ha incontrato, frequentato e intervistato.