A
Attualità
Attualità, 22/2021, 15/12/2021, pag. 683

America Latina - I Assemblea ecclesiale: testimone di sinodalità

Bilancio (positivo) di un esperimento continentale dopo Aparecida

Gabriella Zucchi

Un kairos, un evento storico, un punto di non ritorno; un segno profetico, un momento unico, non solo per il continente; un tempo propizio per il discernimento, un’esperienza di fede, una testimonianza concreta di sinodalità. Tutte queste espressioni sono state usate per definire la I Assemblea ecclesiale dell’America Latina e dei Caraibi, tenutasi dal 21 al 28 novembre scorso. La località prescelta è stata Città del Messico, per porre l’Assemblea ai piedi della Vergine di Guadalupe. Solo pochi hanno potuto partecipare in presenza, ma centinaia di persone si sono collegate via web, intervenendo attivamente.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2024-6

Argentina - Milei: chiusa l’agenzia Télam

Gabriella Zucchi

Nel suo ampio discorso al Congresso del 1° marzo scorso, il presidente argentino ultraliberista Javier Milei ha annunciato la chiusura dell’agenzia Télam. Si tratta della più grande agenzia di stampa statale dell’America Latina, con 700 dipendenti e quasi 80 anni di storia.

Attualità, 2024-6

America Latina – Costa Rica: fine dell’isola felice

Gabriella Zucchi

Con 907 assassini, il 2023 è stato l’anno più violento della storia del Costa Rica, un paese dalla tradizione democratica e pacifista a tal punto da essere uscito illeso dalle lotte che hanno devastato il Centroamerica negli anni Settanta e Ottanta del Novecento, grazie anche alla sua rinuncia a un esercito proprio (scelta che risale al 1o dicembre 1948).

Attualità, 2024-4

Democrazia - Ecuador ed El Salvador: l’ascesa della criminalità

L’allarme di alcuni rapporti. L’involuzione della vita democratica

Gabriella Zucchi

Negli ultimi due anni l’economia illecita mondiale è cresciuta, mentre la risposta degli stati non ha tenuto il passo con l’ascesa della criminalità, col risultato che la forbice tra questa e la capacità di resilienza si è allargata.