A
Attualità
Attualità, 10/2018, 15/05/2018, pag. 259

Italia - 1978-2018: Moro l’inattuale

Per recuperare la sua ricca eredità politica oltre l’assassinio

Guido Formigoni

La vicenda ancora parzialmente oscura del sequestro e dell’assassinio di Aldo Moro, di cui ricordiamo i quarant’anni, ha fatto per molto tempo premio sulla sua parabola di politico e di statista. Nella memoria degli italiani resta la Renault 4 amaranto con il suo mesto carico, non un percorso di almeno vent’anni in cui Aldo Moro fu il vero perno dell’evoluzione storica e politica della democrazia repubblicana in Italia.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2021-4

Aldo Moro: la forma politica del dialogo

Guido Formigoni

La figura di Moro appare controversa nella coscienza storica italiana, ma anche specificamente del cattolicesimo italiano. Certamente la sua tragica fine ha proiettato un’ombra complessa e inquietante sull’intera sua vita e soprattutto sul modo con cui ne viene fatta memoria. Da una parte, si è continuato per anni a discutere sugli aspetti poco chiari e a volte sconcertanti del rapimento e dell’assassinio. Dall’altra parte, forse anche la morte violenta ha appiattito la sua esperienza sulla sola dimensione politica, quasi a parlare di un «politico di professione» a tutto tondo.