A
Attualità
Attualità, 10/2018, 15/05/2018, pag. 295

Africa - Burkina Faso: l’acqua, i catechisti e l’islam

Reportage dal cuore del Sahara

Paolo Tomassone

L’acqua è per noi scontata, come la luce in una stanza quando premiamo l’interruttore. Fuori dall’Italia, invece, 6 litri possono essere il quantitativo giornaliero a disposizione di una persona, come hanno certificato le Nazioni Unite, per le quali ancora 800 milioni di persone non hanno accesso all’acqua potabile e circa 2 miliardi e mezzo di persone non hanno l’acqua per i servizi igienici. In Burkina Faso, a 3.500 chilometri da noi, una tanica si riempie dopo aver pompato per 20, 30 e 40 volte, aiutandosi con una leva che aziona il semplice meccanismo del pozzo, ideato per riportare in superficie quello che si trova 40 metri sotto terra. 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2024-12

Italia - Immigrati: una risorsa

Per una società in declino e per le comunità ecclesiali

Paolo Tomassone

Sempre più giovani italiani cercano migliori prospettive di lavoro all’estero. Quest’esodo – che secondo l’ISTAT riguarda 377.000 unità tra il 2011 e il 2021 e per Banca d’Italia 525.000 tra il 2008 e il 2022 – indebolisce la dotazione di capitale umano del nostro paese.

Attualità, 2024-10

L. Bruni, Critica della ragione manageriale (e della consulenza)

Paolo Tomassone

Il libro parte da esempi molto concreti della vita lavorativa: «Ho un problema con il mio capo. Mi hanno fatto parlare con un coach, con un counselor e con uno psicologo del lavoro, ma continuo ad avere un problema di relazione con il mio capo, quando potrò parlare con lui?».

Attualità, 2024-10

P. Ferrara, Cercando un paese innocente

La pace possibile in un mondo in frantumi

Paolo Tomassone

Ci sono Stati ultra-sovranisti in territori molto ampi che hanno capacità economiche e militari. Ma ci sono anche Stati in profonda crisi o in disgregazione per ragioni economiche e di sviluppo o per una capacità di governo inadeguata.