A
Attualità
Attualità, 8/2016, 15/04/2016, pag. 208

Chiese della Riforma - Penitenza in tempi ecumenici

Un convegno del S. Anselmo a 500 anni dalla Riforma sul perdono e le prassi di penitenza

Andrea Grillo
Al Pontificio ateneo S. Anselmo di Roma, nell’ambito delle «Lectiones vagagginianae», si è tenuto dal 4 al 6 maggio un convegno cattolico-luterano sul tema «Segni di perdono – Cammini di conversione – Prassi di penitenza. Una Riforma che interpella tutti». I lavori sono stati aperti dal vescovo Margot Kaessmann, ambasciatrice per il Giubileo luterano della EKD, che ha presentato una rilettura dell’evento realizzato da Lutero secondo 10 categorie su cui fare il bilancio.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2022-14

Francesco - Liturgia: una

La riforma liturgica nella lettera Desiderio desideravi

Andrea Grillo

Ciò che sorprende il lettore, alla prima lettura della lettera apostolica Desiderio desideravi, dedicata alla «formazione liturgica del popolo di Dio», è lo spazio dato alla «questione liturgica», nel grande equilibrio tra le emergenze più recenti e la storia dell’ultimo secolo.

Attualità, 2021-14

Chiesa – Teologia, liturgia, violenze. Un libro per chiarire

Andrea Grillo

Il volume, di cui qui accanto vengono presentati come Studio del mese alcuni contenuti fondamentali rielaborati da parte dei tre curatori, fin dal titolo illustra il quadro delle gravi questioni cui tenta di dare risposta: Amt – Macht – Liturgie. Theologische Zwischenrufe für eine Kirche auf dem Synodalen Weg, a cura di Gregor Maria Hoff, Julia Knop e Benedikt Kranemann, («QD 308», Herder Freiburg im Br. 2020). In traduzione italiana può suonare: Ufficio ministeriale, potere e liturgia. Commenti teologici per una Chiesa in cammino sinodale.

 

Attualità, 2021-8

Liturgia - Unioni omosessuali: dare voce alla potenza del bene

Il responsum e due recenti pubblicazioni in lingua tedesca

Andrea Grillo

La reazione dell’arcivescovo di Vienna, card. Chistoph Schönborn, al responsum della Congregazione per la dottrina della fede sulla benedizione delle coppie omosessuali (cf. in questo numero a p. 215) –  con il suo «non essere contento» per i limiti del pronunciamento romano – è scaturita non solo da personale sensibilità e attenzione pastorale, ma anche da una cultura cattolica di lingua tedesca, che da anni lavora con finezza sul tema.