b
Blog

Blog

Maschile e femminile

XXIV domenica del tempo ordinario Es 32,7-11.13-14; Sal 51 (50); 1Tm 1,12-17; Lc 15,1-32 Le tre parabole presenti nel Vangelo di questa domenica, «la pecorella smarrita» (Lc 15,4-9), «la moneta perduta» (Lc 15,8-10); «il padre misericordioso e i due fratelli» (Lc 15,11-32) si collegano all’incipit nel capitolo 15 di Luca: «Si avvicinarono a lui tutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo. I farisei e gli scribi mormoravano dicendo: “Costui accoglie i peccatori e mangia con loro”» (Lc 15,1-2). Ognuna però lo fa per una...

Per essere discepoli

XXIII domenica del tempo ordinario Sap 9,13-18; Sal 90 (89); Fm 1,9-10.12-17; Lc 14,25-33 «Se uno viene dietro a me e non mi ama più di quanto non ami suo padre sua madre (...) e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo» (Lc 14,26). Così la traduzione della CEI. Il testo greco però ricorre al verbo miseo, che significa «odiare» (si pensi a parole composte italiane, tipo «misantropo»). Reso alla lettera il passo suona perciò in questo modo: «Se qualcuno viene da (pros) me e non odia suo padre e sua madre...

I punti cardinali

XXI domenica del tempo ordinario Is 66,18-21; Sal 117 (116); Eb 12,5-7.11-13; Lc 13,22-30   Verranno da tutti e quattro i punti cardinali per sedere alla mensa del regno di Dio (Lc 13,29). Il soggetto è sottointeso (è una possibilità aperta a tutti), così come lo è il luogo rispetto al quale si stabiliscono il nord e il sud, l’est e l’ovest. Nella Bibbia il settentrione e il meridione, l’oriente e l’occidente si misuravano nei confronti di Gerusalemme. La più tipica qualificazione biblica di Gerusalemme è di presentarla...

Invito a Camaldoli

Carissima lettrice, carissimo lettore,        con questa lettera desideriamo invitarla a una nuova iniziativa della rivista Il Regno, che assieme alla Comunità monastica di Camaldoli ha deciso di dare vita a una scuola di formazione, destinata prevalentemente a giovani.       Scopo degli incontri è avviare un confronto formativo sui grandi temi della cultura, nazionale e internazionale, consapevoli del crescente vuoto formativo che attraversa anche il nostro mondo cattolico. La nostra iniziativa non ha carattere partitico....

Padre

XVII domenica del tempo ordinario Gen 18,20-32; Sal 138 (137); Col 2,12-14; Lc 11,1-13 Il Padre nostro è comunemente definito come «la preghiera che Gesù ci ha insegnato». L’espressione la si deve al fatto che essa è presente in due Vangeli, in contesti peraltro molto diversi tra loro. In Matteo la preghiera, inserita nell’ampio «Discorso della montagna», è introdotta da: «Voi dunque quando pregate dite così» (Mt 6,9-12); in Luca è invece posta in continuità tanto con il pregare solitario di Gesù...

Seduta ai piedi di Gesù

XVI domenica del tempo ordinario Gen 18,1-10; Sal 15 (14); Col 1,24-28; Lc 10,38-42 Marta e Maria: due nomi celebri, due figure femminili diventate nella tradizione cristiana simboli della vita attiva e di quella contemplativa, ripresa dell’antica coppia formata dalle due spose di Giacobbe: Lia e Rachele. Tuttavia, come suggerito anche dalla prima lettura di oggi, il tema di partenza di questo episodio è legato piuttosto all’ospitalità. A differenza di quella della Genesi (18,1-10), qui però siamo di fronte a una scena di ospitalità tutta femminile. Gesù...

Ne ebbe compassione

XV domenica del tempo ordinario Dt 30,10-14; Sal 19 (18); Col 1,15-20; Lc 10,25-37   Ne ebbe compassione               La discussione su quali siano i due più grandi comandamenti della Legge è presente in tutti e tre i Vangeli sinottici (Mt 22,34-40; Mc 12,28-31; Lc 10,25-28). Solo in Luca essa sfocia però in una parabola, quella del samaritano (Lc 10,29-37) (l’aggettivo «buon» non è contenuto nel testo).             In Marco...

Quando non vi accoglieranno

XIV domenica del tempo ordinario Is 66,10-14; Sal 66 (65); Gal 6,14-18; Lc 10,1-12.17-20   Sia il nono sia il decimo capitolo di Luca iniziano parlando di Gesù che chiama e invia davanti a sé i propri seguaci: nel primo caso manda i dodici apostoli (Lc 9,1-6), nel secondo i 72 discepoli (Lc 10,1). Quest’ultimo invio, peculiare al terzo Vangelo, è stato da sempre interpretato come un’allusione al numero dei popoli (70 secondo l’ebraico, 72 secondo la traduzione greca dei LXX) contenuto nella tavola delle nazioni presente nel decimo capitolo della Genesi....

Gesù indurì il suo volto

XIII domenica del tempo ordinario 1Re 19,16.19-21; Sal 16 (15); Gal 5,1.13-18; Lc 9,51-62                                   È il momento di svolta del terzo Vangelo. Già in due occasioni Gesù aveva annunciato la propria passione (cf. Lc 9,22; 9,43-45); mentre sul monte della trasfigurazione con Mosè ed Elia aveva parlato del suo «esodo», che stava per compiersi a Gerusalemme (cf. Lc 9,31)....

Voi stessi date loro da mangiare

Santissimo corpo e sangue di Cristo Gen 14,18-20; Sal 110 (109); 1Cor 11,23-26; Lc 9,11-17 «Voi stessi date loro da mangiare» (Lc 9,13). Al centro del Vangelo di oggi c’è un ordine impossibile, ironico o realistico? Gesù aveva inviato i Dodici ad annunciare il regno di Dio e a guarire le malattie; mai una cosa senza l’altra, il risanamento è preannuncio del Regno, e il Regno è il grande risanamento (cf. Lc 9,1-6). Al loro ritorno gli apostoli raccontano a Gesù tutto quanto avevano compiuto: «Allora li prese con sé e si ritirò...