A
Attualità
Attualità, 4/2021, 15/02/2021, pag. 106

V. Teti, Nostalgia

Antropologia di un sentimento del presente

Luca Miele

Un’altra narrazione, come mostra Teti, restituisce la trama ambivalente della nostalgia. È la parabola lucana del figliol prodigo. Gli attori – oltre al padre «misericordioso» – sono i due figli. Uno parte, l’altro resta. Uno dissipa; l’altro esibisce la sua fedeltà. Uno, rimasto solo, rimasto nudo, è trafitto dalla nostalgia, si pente, torna, viene riammesso nella casa del padre, ritrova il suo abbraccio; l’altro sorveglia, s’incupisce, è sommerso dal risentimento, nutre pensieri di rivalsa.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2021-2

A. Buonaiuto (a cura di), Racconti spirituali

Con uno scritto di G. Caramore

Luca Miele

Racconti spirituali, magnificamente introdotto da Gabriella Caramore e altrettanto magnificamente curato da Armando Buonaiuto, nasce proprio da questa urgenza. Lasciare che lo Spirito soffi là dove non lo attendiamo e che sciolga le incrostazioni che banalizzano, fino a renderle inermi, le parole della fede. Cercare le fenditure che consentano al senso di spirare nella e attraverso la parola scritta, nella «brezza leggera» del racconto. Perché, mentre la teologia si è spesso arroccata dentro una torre d’avorio intellettuale, la letteratura gode di un grande privilegio: essa conosce le urgenze del vivere, è capace di sprofondare dentro di esse, d’affondare dentro le viscere del reale, di parlare la lingua del reale.

Attualità, 2020-22

A. Marcolongo, La lezione di Enea

Luca Miele

Nella vicenda di Enea, e nella storia di fondazione di cui egli è artefice, è contenuta una lezione: di più, una lezione urgente per i tempi che stiamo vivendo. La vicenda di cui Enea è protagonista è nota. Troia brucia, è sconfitta. La città, che appariva inespugnabile, è vinta attraverso l’inganno. Un cavallo di legno viene scambiato per un omaggio, per il segno della vittoria. La città si abbandona alla festa, all’ebbrezza. Disarma.

Attualità, 2020-20

L. Pigozzi, Troppa famiglia fa male

Come la dipendenza materna crea adulti bambini (e pessimi cittadini)

Luca Miele

La psicoanalista Laura Pigozzi getta, da anni, uno sguardo penetrante sulla famiglia e sulle dinamiche che l’attraversano (e che ne stanno mutando profondamente il volto). Ciò che sta erodendo equilibri antichi è l’avanzata inarrestabile del dispositivo che la Pigozzi chiama il «plusmaterno». In cosa consiste?