A
Attualità
Attualità, 8/2020, 15/04/2020, pag. 226

I. Bertoletti, Cattolicesimi italiani

Conservatore, liberale, democratico

Domenico Segna

Bertoletti evidenzia come questi tre tipi di cattolicesimo s’incrociano tra loro in maniera tale che le caratteristiche dell’uno si possano rinvenire nell’altro e viceversa. Dinanzi a tale scenario si stagliano le figure dei pontefici che, da Giovanni XXIII a papa Francesco, hanno caratterizzato epoche storiche diverse rappresentando, con le loro encicliche, la bimillenaria dialettica tra principio d’autorità, principio dell’inventio veritatis nell’ascolto della Parola e principio dell’agape.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-14

A. Tarquini, La sinistra italiana e gli ebrei

Socialismo, sionismo e antisemitismo dal 1892 al 1992

Domenico Segna

Cento anni di storia dalla nascita del Partito socialista (PSI) alla sua crisi, coincidente con quella della Prima repubblica: un secolo per approfondire i rapporti che la sinistra italiana, nelle sue diverse declinazioni, ebbe con il fenomeno dell’antisemitismo. Abituati a pensare che quest’ultimo riguardi soprattutto le destre reazionarie e fasciste, il libro, il primo nel suo genere illumina, grazie a una scrupolosa ricerca effettuata negli archivi del PSI e del Partito comunista (PCI), le costanti incomprensioni, le continue diffidenze che la sinistra italiana ha riservato al mondo ebraico.

 

Attualità, 2020-14

A. Carfora, Mediterraneo

Prospettive storiografiche e immaginario culturale

Domenico Segna

L’opera di Pistoletto fa da sfondo al libro di Anna Carfora: una breve ma densissima riflessione su di un mare tornato a essere fatalmente centrale nell’incontro tra i vari Occidenti e i vari Orienti attualmente presenti. Per intere epoche storiche siamo stati abituati a pensare quel mare claustrofobico come qualcosa a cui guardare: la Carfora, viceversa, ci invita a guardare non al ma nel Mediterraneo.

 

Attualità, 2020-6

D. Sassoon, Sintomi morbosi

Nella nostra storia di ieri i segnali della crisi di oggi

Domenico Segna

I «sintomi morbosi», su cui riflette lo storico britannico Donald Sassoon, sono, dunque, riconducibili a quel limbo su cui si appuntò l’intelligenza politica di Gramsci nel periodo più buio della sua esistenza, quando nel carcere fascista di Turi scrisse i celebri Quaderni. Non a caso il pensiero gramsciano fa da esergo al volume di Sassoon, il quale con stile pungente, a tratti ironico, mostra in maniera inequivocabile quanto l’origine dei problemi che si registrano in Europa nell’attuale fase storica, in ordine alle politiche d’integrazione fra e degli stati, risalgano a una precisa parabola a poco a poco definitasi nell’arco di un trentennio.