A
Attualità
Attualità, 10/2015, 15/11/2015, pag. 665

Italia - Testimonianza: saper accettare la fine

Un disabile s'ammala, guarisce e riflette sul termine della vita

Piergiorgio Cattani

Quando la morte ti sfiora con la sua fredda mano, la percezione della vita cambia. Tutti sappiamo che un giorno o l’altro ogni cosa finirà, senza possibilità di ritorno. Il mondo svanirà all’improvviso. La luna si spegnerà. Verranno recisi i legami di affetto, i progetti iniziati, e le speranze, mai del tutto sopite, si svuoteranno. Lasceremo soli i nostri cari. Allo stesso tempo il mondo continuerà a esistere, le galassie a ruotare, il sole a donare calore.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-10

Italia - Dopo il COVID-19: anziani a perdere

Per un ripensamento del modello «casa di riposo». Anticamera della morte

Piergiorgio Cattani

L’epidemia di COVID-19 ci ha fatti piombare tutti in una situazione drammatica. Una tragedia nella tragedia si è consumata – e si sta consumando – nelle residenze socioassistenziali per anziani (RSA), cioè, per intenderci, nelle «case di riposo». Molti elementi hanno concorso a determinare la morte di un numero elevatissimo di ospiti, quasi tutti contagiati dal virus, benché le cifre dei decessi direttamente causati dal morbo siano oggetto di controversie molto dolorose e laceranti. Allo scoppio dell’epidemia e nelle prime settimane d’emergenza la questione del virus nelle case di riposo era considerata marginale. Quando la situazione è leggermente migliorata ecco che, piano piano, emergeva l’entità del dramma in corso.

 

Attualità, 2020-10

D. Fabiano, Senza paradiso

Miti e credenze sull’aldilà greco

Piergiorgio Cattani

Oggi l’immaginario collettivo sull’aldilà presenta un sincretismo di visioni che però mantengono la loro provenienza cristiana e, prima ancora, greca antica. Le due prospettive religioso-culturali conservano però grandi differenze che, a un attento studio, emergono chiaramente. È su questo versante che il saggio di Doralice Fabiano è davvero utile. Il concetto di «paradiso» rimanda direttamente a quello di retribuzione ultraterrena e quindi di ristabilimento della giustizia. Per i greci non esiste un giudizio nell’oltretomba perché, soprattutto per la mentalità arcaica, non esiste una divinità che premia il bene e punisce il male.

Attualità, 2020-8

G. Caramore, La parola di Dio

Piergiorgio Cattani

Gabriella Caramore, storica conduttrice della trasmissione «Uomini e profeti», ci offre una riflessione discreta e profonda intorno alla parola «Dio». La sobrietà intellettuale e religiosa tipica dell’autrice le fa privilegiare le domande alle risposte. Dalle dense pagine emerge uno scrigno di considerazioni mai banali in grado di suggerire piste su cui incamminarsi e indirizzare il proprio percorso interiore.