A
Attualità
Attualità, 4/2021, 15/02/2021, pag. 114

Brasile: Bolsonaro, il Messias

Mauro Castagnaro

Quando Jair Messias Bolsonaro – cattolico, sposato all’attuale moglie battista e ribattezzato nel 2016 nel Giordano dal pastore delle Assemblee di Dio Everaldo Pereira – scelse come nome della propria coalizione elettorale di estrema destra «Il Brasile sopra tutto, Dio sopra tutti», compì un gesto del tutto prevedibile.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2021-4

Brasile: l’oppressione al centro

Intervista a Francisco De Aquino Júnior

Mauro Castagnaro

Francisco De Aquino Júnior, prete quarantasettenne della diocesi di Limoeiro do Norte, nel Cearà, e consulente delle comunità ecclesiali di base, ha studiato all’Università di Münster, in Germania, e insegna Teologia alla Facoltà cattolica di Fortaleza e all’Università cattolica di Pernambuco. Ha pubblicato, tra l’altro, nel 2012 Dimensão socioestrutural do reinado de Deus.

 

Attualità, 2021-2

America Latina - Teologia: un Dio provocatore

Intervista ad André Sidnei Musskopf

Mauro Castagnaro (a cura di)

Usato come spregiativo nei confronti degli omosessuali nel corso del XIX sec., queer è termine anglosassone che sta per «strano», «bizzarro» (cf. www.treccani.it). La teoria queer, dunque, rifiuta l’eterosessualità come forma unica della sessualità che denuncia una volontà di dominazione. Come affermava l’Editoriale del fascicolo di Concilium dedicato al tema (45[2019)5, 13] – su cui è intervenuto anche A.Musskopf –, a loro volta «le teologie queer criticano gli assunti teorici e metodologici del progetto teologico e incoraggiano un atteggiamento di umiltà», ponendo enfasi «sull’esperienza concreta e incarnata in quanto fonte di teologia» (red.).

Attualità, 2021-2

America Latina - Politica: panorama preoccupante

Mauro Castagnaro

In un paese messo in ginocchio dal coronavirus e dai vincoli di bilancio imposti dal Fondo monetario internazionale che eroga un prestito di 6,5 miliardi di dollari, i vescovi hanno puntato il dito contro la crescente corruzione e invitato al dialogo tra i diversi settori della società.