A
Attualità
Attualità, 22/2020, 15/12/2020, pag. 700

Cavalieri di Malta - Nuovo delegato. Attentato a Vienna. Nuove comunità e can. 579. Polonia Sanzioni a vescovi. Fondi della Segreteria di stato all'APSA. Rapporto McCarrick. Nomina all IDI Economy of Francesco VII Concistoro

Maria Elisabetta Gandolfi

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-22

Henri Teissier (1929-2020): la Chiesa debole che dona speranza

Arcivescovo di Algeri negli anni bui della guerra civile

Maria Elisabetta Gandolfi

L’ultima volta che l’incontrai di persona fu nell’ottobre 2010. Era in Italia esattamente nei giorni di uscita nelle nostre sale del film Uomini di Dio (Des hommes et des dieux). Nonostante i suoi 81 anni (era nato il 21 luglio 1929 a Lione) viaggiava ancora molto. Parlammo del film e ne venne una sua personale recensione di un’opera tanto laica quanto profonda nel presentare la spiritualità dei monaci di Tibhirine, rapiti e poi uccisi nel 1996, dichiarati beati a Orano nel 2018 assieme agli altri 12 religiosi che persero la vita in quegli anni (Regno-doc. 18,2010, 592). L’idea della beatificazione fu sua; la propose a Giovanni Paolo II nel 2000, quando venne convocato a Roma l’incontro di preghiera per celebrare i «nuovi martiri del XX secolo».

 

Attualità, 2020-20

Chiesa cattolica - Rapporto McCarrick: la trasparenza ci rende liberi

Una verità dolorosa per il futuro della Chiesa

Maria Elisabetta Gandolfi
La pubblicazione del tanto atteso Rapporto McCarrick martedì 10 novembre è un passo effettivamente «storico» quanto a trasparenza della vita della Chiesa cattolica, a minuziosità dell’analisi (documentaria, integrata con 90 colloqui ad hoc, tra cui quello con il papa emerito e un altro con papa Francesco) e impietosità. Molti hanno scritto e altrettanti...
Attualità, 2020-20

Chiesa cattolica – Rapporto McCarrick. Con gli occhi delle vittime

Maria Elisabetta Gandolfi

C'è il caso di «madre 1» e della sua famiglia (metà degli anni Ottanta): «McCarrick (…) diventò un ospite frequente della casa di famiglia. Madre 1 ha affermato che “eravamo diventati la sua ‘famiglia’. Voglio dire, ci diceva ‘siamo parenti’ e dava l’impressione che fossimo molto speciali per lui”» (38), salvo poi scoprire successivamente che faceva così con molte altre famiglie, i cui figli, maschi, chiamava «nipoti».