A
Attualità

Attualità, 20/2019

Italia - Chiesa: la nuova questione cattolica

Rileggere le stagioni passate per interpretare una stagione politica inedita

Gianfranco Brunelli

Orfani di un grande passato. Di tanto in tanto, torna sui media il tema del rapporto tra cattolici e politica. Dopo l’esperienza storica della Democrazia cristiana (DC) è una questione irrisolta. Un’intervista, un libro, un manifesto ne fanno oggetto di un breve dibattito. Volto in genere a determinare se la gerarchia ecclesiastica sia intenzionata o meno a benedire un nuovo «partito cattolico». A rifare la DC. Poiché questo è l’unico cliché dei media ed è l’inevitabile rimpianto dell’ultima generazione che visse quei giorni.

 

Italia - Elezioni regionali: Umbria non più rossa

Gianfranco Brunelli

La conclusione della crisi politica di agosto e il cambio di governo hanno avuto una prima negativa verifica nelle elezioni regionali umbre del 27 ottobre. L’alleanza politica tra il Partito democratico (più i due partiti scissionisti: Liberi e uguali e Italia viva) e il Movimento 5 Stelle si sta risolvendo in un disastro.

 

Italia - Bibbiano / 2: una guerra culturale

Paolo Tomassone

Un processo mediatico, molto grossolano e mal gestito dai media che hanno interpretato i capi d’accusa come sentenze, arrivando a creare una sorta di delirio collettivo durato tutta l’estate. Un clima nel quale si sono trovati a proprio agio i politici, accorsi a strumentalizzare la vicenda solo ed esclusivamente a fini elettorali. A 5 mesi dagli arresti da parte dei carabinieri per un presunto traffico di minori in Val d’Enza, il «caso Bibbiano» comincia a sgonfiarsi.

Santa Sede - Riforma della curia: curia eleison

Un’analisi della bozza inedita della Praedicate Evangelium di papa Francesco

Lucas Wiegelmann

È stato durante l’ultima sede vacante, e precisamente nel pre-conclave del 2013, che i cardinali riuniti a Roma hanno parlato della necessità di una riforma radicale della curia romana. La promessa elettorale di papa Francesco, per così dire, è stata di adoperarsi perché il governo della Chiesa universale diventasse più efficiente e moderno. Ora essa deve finalmente essere mantenuta, possibilmente entro il 2019: una nuova costituzione apostolica dovrà sostituire l’ordinamento della curia attualmente in vigore. Il nuovo documento si chiamerà Praedicate Evangelium dalla sua prima proposizione: «Praedicate Evangelium (Predicate il Vangelo): questo è il compito che il Cristo risorto ha affidato ai suoi apostoli».

 

Santa Sede - Segreteria per l’economia: un nuovo prefetto

Maria Elisabetta Gandolfi

Con la nomina, avvenuta il 14 novembre, a prefetto della Segreteria per l’economia di p. Juan Antonio Guerrero Alves si, consigliere generale della Compagnia di Gesù, si chiude il vuoto di una posizione chiave negli organismi che si occupano delle finanze vaticane, rimasta vacante dall’esito delle vicende giudiziarie del card. G. Pell.

 

Roma - Atenei pontifici: alleati per la Casa comune

Paolo Pegoraro
È giunto alla III edizione il Joint Diploma in Ecologia integrale (JDEI), iniziativa congiunta delle università e degli atenei pontifici di Roma suscitata dall’appello del santo padre e che raccoglie la «sfida educativa» (Laudato si’, n. 209) di formare ad abitudini alternative al «contesto di altissimo consumo» nel quale siamo immersi. Avviatosi nel...

Giappone - Viaggio del papa: il Vangelo nella metropoli

Intervista a p. Andrea Lembo PIME

Giorgio Bernardelli

Una metropoli piena e non solo per i suoi 20 milioni di abitanti. Un mondo dove tutto sembra funzionare alla perfezione, ma dove oggi affiorano lo stesso tante domande. È nel cuore di questa Tokyo che papa Francesco si appresta a entrare con il suo viaggio apostolico che lo vedrà nel paese del Sol Levante dal 23 al 26 novembre. All’interno di questa dimensione ci aiuta a entrare padre Andrea Lembo, missionario del Pontificio istituto missioni estere (PIME), 45 anni, da 10 ormai immerso nella folla e nei ritmi di Tokyo.

Thailandia - Visita del papa: che cosa troverà Francesco

Stefano Vecchia

La visita di papa Francesco in Thailandia dal 20 al 23 novembre, la seconda di un pontefice dopo quella di Giovanni Paolo II nel 1984, avrà probabilmente al centro il dialogo interreligioso, i rapporti con il buddhismo che domina ampiamente il panorama religioso locale, la realtà di una Chiesa estremamente minoritaria che ha ricordato nell’anno che sta per finire i 350 anni dalla fondazione del Vicariato apostolico.

 

Sri Lanka - Ecumenismo del sangue: pronti al martirio

Riflessioni a partire dall’incontro con una comunità battista

Giovanni Marcotullio

Dalle 8,45 alle 15,21 del 21 aprile scorso una serie di attentati terroristici ha colpito 3 chiese, 4 alberghi di lusso e un complesso residenziale in varie città dell’Isola di Ceylon. Restringendo il novero delle esplosioni ai soli luoghi di culto si nota che: la prima esplosione è avvenuta presso il santuario di Sant’Antonio, nel sobborgo di Kotahena, non molto distante da Colombo; la seconda ha colpito la chiesa di San Sebastiano di Negombo; la terza invece è avvenuta nella Zion Church di Batticaloa. Ne abbiamo parlato con don Massimo Lapponi, benedettino italiano missionario in Sri Lanka.

 

Germania - 30° Muro di Berlino: le Chiese al tempo del Muro

Cattolici ed evangelici prima e dopo il crollo

Ulrich Ruh

Il crollo del muro di Berlino il 9 novembre 1989, e la conseguente fine annunciata della Repubblica democratica tedesca (DDR), hanno rappresentato una cesura nella storia recente delle Chiese in Germania. Esse si erano sviluppate in modo molto diverso nei due stati tedeschi formatisi dalle 4 zone d’occupazione nel 1949, sia sulla base della costellazione confessionale sia a partire dal rispettivo sistema politico.

Geopolitica - Crisi internazionali. Cile: una crisi di crescita

La piazza, le aspettative e la struttura elitaria della società

Loris Zanatta

Sulla crisi cilena s’è letto e sentito di tutto. Che il Cile è il paese più ingiusto al mondo; ha i pensionati più poveri al mondo; scuole e ospedali pubblici peggiori al mondo; polizia e militari più repressivi al mondo. Un inferno. Sarà che i giornalisti e gli analisti sono spesso poco informati sui paesi dove da decenni non accade nulla di eclatante; che quel che poco che sanno risale a Pinochet e dunque dovrà per forza centrare Pinochet!

 

Africa – Burkina Faso: il jihadismo non è finito

Giusy Baioni

Dal 2015, i morti provocati dal terrorismo islamista in Burkina Faso sono circa 700. Quasi mezzo milione di persone ha abbandonato la propria casa. 3 attentati si sono registrati nella capitale Ouagadougou, ai danni soprattutto di occidentali. Il 19 agosto scorso, l’esercito burkinabé ha perso 24 uomini nell’assalto a una sua base militare nel nord del paese. Le forze amate, disorganizzate e mal equipaggiate, hanno chiesto due volte, lo scorso settembre, l’intervento dei francesi dell’operazione Barkhane.

 

Medio Oriente – Libano: la protesta WhatsApp

Maria Elisabetta Gandolfi

Il 17 ottobre il governo libanese ha presentato un progetto di legge per tassare le chiamate telefoniche tramite Internet. In un paese in cui telefonare ha un costo proibitivo, tutti ricorrono alle chiamate via Skype, Facetime, Messenger, ma soprattutto WhatsApp. È stata la goccia. Le manifestazioni – colorate, fantasiose ma soprattutto imponenti – si sono diffuse in tutto il paese. Formando addirittura domenica 27 una catena umana nell’autostrada Beirut – Tiro lunga 140 chilometri.

 

Africa - Somalia: chi punta al conflitto

Intervista a mons. Giorgio Bertin

Paolo Tomassone

Spesso «il nostro ruolo è quello di tenere gli occhi aperti e realizzare piccoli interventi che servono a risvegliare l’attenzione» sulle necessità degli uomini e delle donne, in particolare di chi ha più difficoltà. «Sono convinto che prima d’essere cristiani, musulmani o atei, siamo tutti esseri umani». Così mons. Giorgio Bertin, vescovo di Gibuti dal 2001, interpreta la presenza della Chiesa in territorio di missione, in Somalia, un angolo dell’Africa dove i cattolici oltre a essere una minoranza, devono convivere da almeno vent’anni con le minacce di Al Qaeda e la sua filiale locale Al-Shabaab.

Sudafrica - Migranti: un nuovo apartheid

Enrico Casale

In Sudafrica, come ondate, i pogrom anti immigrati tornano costantemente con il loro carico di morte e distruzione. Le ultime violenze si sono registrate in settembre. Decine di immigrati sono stati selvaggiamente picchiati, le loro attività sono andate distrutte, i loro pochi averi rubati o dispersi. Le città più colpite sono state Johannesburg e Durban, ma anche Città del Capo non è rimasta immune.

 

Testimonianza - Razzismo: il bene dal male

Giusy Baioni

Purtroppo, il clima culturale nel quale viviamo già da tempo ci ha posti in un atteggiamento di preoccupata veglia, a domandarci non se ma quando toccherà a noi. A mio marito, originario della Repubblica democratica del Congo, sono già capitati episodi spiacevoli, specie negli ultimi due anni, ma lui è adulto, istruito, pacato e sa come difendersi, con educazione e determinazione.

 

Stati Uniti - Letteratura: Kerouac, folle di Dio

Un percorso spirituale a 50 anni dalla morte

Luca Miele

Torturato e beat(o). Buddha reincarnato negli abiti di novello Shakespeare. Mistico pazzo cristiano. Selvaggio e confuso viandante, perso sulla strada americana. Folle di vita, ossessionato dalla morte. Cantore dalla verità, trafitto dalla sua disillusione. Alla ricerca disperata del volto di Dio – che incontra, vede, descrive, deforma, ama e accusa, bestemmia e prega –, orfano alla mercé del diavolo. A 50 anni dalla morte, Jack Kerouac (1922-1969) continua a essere elusivo, sfuggente. 

Ispirazione e intelligenza della fede

La Bibbia dei Settanta pubblicata da Morcelliana

Matteo Crimella

Nei mesi scorsi è stato pubblicato il 4o volume della traduzione italiana dei Settanta. L’intera opera merita una speciale attenzione. Con questa pubblicazione si conclude un notevole sforzo editoriale intrapreso dalla Morcelliana di Brescia (davvero benemerita e subentrata in seconda battuta, dopo un passo indietro della UTET), ovverosia la versione in lingua italiana della Bibbia dei Settanta, l’Antico Testamento greco. L’opera s’affianca con assoluta dignità ad altri progetti stranieri realizzati o in corso di realizzazione.3 L’edizione italiana ha il pregio – quasi unico rispetto agli altri progetti – di presentare il testo greco a fronte della versione, permettendo immediatamente l’accesso alla fonte.

Schede - Novembre

Valeria Roncarati (a cura di)

Per la redazione delle Schede di questo numero hanno collaborato: Giancarlo Azzano, Luigi Bosi, Maria Elisabetta Gandolfi, Flavia Giacoboni, Giuliano Martino, Manuela Panieri, Valeria Roncarati, Domenico Segna.

 

E. Green, C. Simonelli, Incontri / A. Grillo, D. Horak, Le istituzioni ecclesiali alla prova del genere

Lucia Vantini

In tempi di calo di vendite in quasi tutti i settori dell’editoria, una scommessa come quella della serie Exousia è indubbiamente significativa e sorprendente: una delle più note case editrici cattoliche – la San Paolo – ha coraggiosamente investito in un progetto di ampio respiro centrato sulla lettura teologica delle donne, senza timore di termini come «femminismo» e «genere», che – come si può constatare nei primi due volumi usciti – compaiono anche in copertina.

 

Diario di un avvistatore

Mariapia Veladiano
Al telefono. Una signora chiede del dottore. Il dottore è Alberto Schön, psicoanalista finissimo. La signora vuole un appuntamento, anche sabato o domenica. Anche di notte. Lo psicoanalista chiede di che cosa si tratti. La signora risponde: «Non è per me, è per il mio bambino». In senso stretto Alberto Schön non tratta bambini, anche se si occupa del perenne...

Italia - Giovani e spiritualità: la fede secondo Susanna

Susanna Rufi (1997-2016), testimonial della Chiesa di Francesco

Pierluigi Cattani

Dalla Giornata mondiale della gioventù del 2016 che si tenne a Cracovia, una ragazza non ancora diciannovenne non tornò più. Si chiamava Susanna Rufi, della diocesi di Roma. La notizia fece scalpore. Ne parlò anche il papa. E naturalmente i giornali nazionali che, come accade spesso, si buttano su questi avvenimenti di cronaca (spesso ricamando narrazioni utili per attirare il lettore) salvo poi dimenticarli in breve tempo.

 

Gesuiti - 50° Segretariato sociale: sulle orme dei martiri

Iacopo Scaramuzzi

A Roma si sono confrontati oltre 210 tra gesuiti e laici che collaborano alle loro opere, dalla lotta allo sfruttamento ambientale in Honduras al lavoro con i lebbrosi in Cina, dai dalit sfollati dalla loro terra in India alle sfide educative con i giovani in Africa, dal lavoro con i migranti e i rifugiati che arrivano in Europa all’impegno contro il cambiamento climatico. Rilevanti le presenze dall’India. Tra le sessioni plenarie e i lavori di gruppo, molte sono state le discussioni, facilitate dai traduttori simultanei, e soprattutto molti gli scambi di esperienza e i contatti personali.

 

Italia - XXVIII Rapporto Caritas-Migrantes: le due facce

Sabrina Magnani

Il mondo è sempre più fatto da migranti: nel 2018 coloro che non vivono nel proprio paese erano 258 milioni, il 3,5% della popolazione del pianeta, il 49% in più rispetto a inizio millennio. È quanto si evince dall’annuale rapporto della Fondazione Migrantes e Caritas italiana, giunto alla sua 28a edizione, presentato a Roma lo scorso 27 settembre.

 

Gandhi – Convegno interreligioso. Dialogo ortodosso-cattolico – Gruppo Sant’Ireneo. Chiesa ortodossa greca – Riconoscimento della Chiesa autocefala ucraina. Segretari delle comunioni cristiane mondiali. La Chiesa: verso una visione comune – Risposta cattolica. Italia – Giornata dell’amicizia islamo-cristiana. Religioni – No all’eutanasia e al suicidio assistito.

Daniela Sala
Ottobre Gandhi – Convegno interreligioso. Il 2 ottobre 1869 nasceva in India Mohandas Karamchand Gandhi, profeta della nonviolenza e leader della liberazione dell’India dal potere coloniale britannico. Nel 150° della nascita il Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso gli dedica un convegno celebrativo, il 2 ottobre, cui partecipano accademici e studiosi e una cinquantina...

Mese missionario straordinario. Perquisizioni in Segreteria di stato. Grech pro-segretario del Sinodo. Pignatone al Tribunale vaticano. Concistoro. Newman santo e Wyszyński beato. Da Giani a Gauzzi Broccoletti. Sinodo dell’Amazzonia. Diaconato delle donne e rito amazzonico. Archivio apostolico vaticano.

Luigi Accattoli
OTTOBRE Mese missionario straordinario. «Questo mese missionario straordinario vuole essere una scossa per provocarci a diventare attivi nel bene. Non notai della fede e guardiani della grazia, ma missionari»: così Francesco, nell’omelia del Vespro del 1° ottobre, avvia il mese che ha voluto per «commemorare i 100 anni dalla lettera apostolica Maximum illud di papa...

Sinodo dei vescovi - La Chiesa rinasce dall’Amazzonia

Serena Noceti; Andrea Grillo

Ecclesiologia dalla Chiesa locale, forma sinodale, Chiesa tutta ministeriale, soggettualità delle donne: sono i quattro rilevanti temi che i lavori dell’Assemblea speciale del Sinodo dei vescovi sulla regione panamazzonica, a partire da una remota periferia e dopo una lunga navigazione, hanno riportato al centro della discussione ecclesiale. E hanno messo in luce la prospettiva di una Chiesa «mondiale autentica», come diceva K. Rahner del Vaticano II, che a partire dalla Chiesa locale ripensa la Chiesa universale secondo un modello di unità nella pluralità (S. Noceti). Ciò è evidente nel metodo assunto dal Sinodo di valorizzazione delle «legittime diversità» sia all’interno della liturgia sia del ministero (A. Grillo). Il processo è stato travagliato e il suo esito non è ancora del tutto definito (in attesa della post-sinodale): la cronologia dei principali avvenimenti legati all’assise e le interviste ad alcuni dei protagonisti dell’Assemblea lo hanno messo in evidenza. La riforma sinodale – che è una forma sempre ri-generativa – avviata da Francesco sta camminando tuttavia con decisione in questi binari.

Sinodo Panamazzonico – Cronologia: con qualche imprevisto

Maria Elisabetta Gandolfi
 All’Angelus del 15 ottobre 2017 papa Francesco convoca un’Assemblea speciale del Sinodo dei vescovi dedicata alla regione panamazzonica per ottobre 2019. La regione comprende 9 nazioni (Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, Perù, Venezuela, Suriname, Guyana e Guyana francese) e 34 milioni di abitanti. La Rete ecclesiale panamazzonica (REPAM) è uno degli organismi più...

Bolivia – Sinodo panamazzonico: una Chiesa indietro di 100 anni

Intervista a mons. Ricardo Ernesto Centellas Guzman

Gabriella Zucchi

A colloquio con mons. Ricardo Ernesto Centellas Guzmán, boliviano, classe 1962, licenziato in Teologia spirituale alla Pontificia università gregoriana di Roma, è vescovo della diocesi di Potosí, a 4.000 metri di quota. È al suo secondo mandato triennale come presidente della Conferenza episcopale boliviana, che si concluderà nel 2021.

 

Brasile – Sinodo panamazzonico: sempre più amazzonica

Intervista a mons. Adriano Ciocca Vasino

Gabriella Zucchi

Mons. Adriano Ciocca Vasino, originario delle colline vercellesi, dal 2012 è vescovo della prelatura territoriale di São Félix do Araguaia, nello stato brasiliano del Mato Grosso. Fino al 2011 è stato il referente delle Comunità ecclesiali di base in seno alla Conferenza nazionale dei vescovi del Brasile. Lo abbiamo intervistato a riguardo del Sinodo amazzonico.

 

Colombia – Sinodo panamazzonico: una conversione amazzonica

Intervista a mons. Francisco Javier Múnera Correa

Gabriella Zucchi

Sempre sul Sinodo panamazzonico l'intervista a mons. Francisco Javier Múnera Correa, missionario della Consolata colombiano. Il 30 maggio scorso è divenuto il primo vescovo di San Vicente del Caguán, nel dipartimento del Caquetá (Colombia), poiché in quello stesso giorno la Santa Sede ha elevato a diocesi il vicariato apostolico, che è affidato alla sua cura pastorale dal febbraio 1999.

 

Ecuador – Sinodo panamazzonico: l’Europa ci guardi con rispetto

Gabriella Zucchi

Mons. Eugenio Arellano Fernández, comboniano, nato in Navarra (Spagna) nel 1944, vicario apostolico di Esmeraldas, una delle principali conurbazioni dell’Ecuador, è presidente della Conferenza episcopale ecuadoregna per il triennio 2017-2020. In precedenza era stato superiore dei comboniani di Ecuador e Colombia per 6 anni. Il Regno ha dialogato con lui a proposito del Sinodo panamazzonico.

 

Amazzonia e il progresso della tradizione

Andrea Grillo
Il Sinodo speciale per l’Amazzonia, nel suo Documento finale (=DF), ha assunto con determinazione la via della valorizzazione delle «legittime diversità» all’interno della tradizione liturgica cattolica, con lo scopo di rispondere efficacemente alle sfide che la regione panamazzonica lancia alla struttura ecclesiale e al linguaggio della pastorale. Come aveva detto il...

Mamre e la Frigia

Abramo, Filemone e l’ospitalità

Piero Stefani
In anni recenti alcuni confronti tra il mondo biblico e quello classico sono stati proposti tanto di sovente da perdere progressivamente la loro pregnanza. Uno di questi è, senza dubbio, la contrapposizione tra Abramo, il patriarca che esce dalla sua terra per andare verso un paese sconosciuto, e Ulisse, l’uomo che, dopo tanto girovagare, torna alla sua Itaca.1 Proposta originale, all’inizio,...

La prigione è un convento

Storie di carcerati che si fanno scrittori

Luigi Accattoli
La prigione è metafora di tante cose e sul pianeta c’è la cella del monaco e quella del carcere: parto da questo doppione per dire come anche il carcere possa portare lontano. Racconto di tre detenuti che di strada ne hanno fatta e uno è arrivato a farsi monaco. Il doppio della cella m’attirava da quando alla vigilia del matrimonio, ero andato con lei a Camaldoli a...