A
Attualità
Attualità, 18/2019, 15/10/2019, pag. 549

S. Salvadori, Hildegard von Bingen

Viaggio nelle immagini

Maria Elisabetta Gandolfi

Di Scivias, il testo in cui la monaca Ildegarda di Bingen (1098-1179) raccolse tra il 1141 e il 1150 le sue visioni da condividere con le consorelle, sono stati tramandati alcuni manoscritti. Del principale, redatto nel 1165, ma andato perduto durante la Seconda guerra mondiale, sono rimaste fotografie in bianco e nero e una copia in pergamena fatta tra il 1927 e il 1933 conservata presso il monastero di Eibingen. A partire da questo documento l'a. presenta e commenta le 35 miniature che accompagnano le 26 visioni, grande codice simbolico della cosmologia e teologia della monaca, proclamata santa e dottore della Chiesa nel 2012.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-10

L. Caffo, Dopo il COVID-19; Collettivo Malgrado tutto, Piccolo manifesto in tempi di pandemia; L. Molinari, Le case che saremo

Maria Elisabetta Gandolfi

Nasce la collana «Semi» per gettare ai lettori qualche idea germinale sul dopo pandemia (sulla scuola cf. in questo numero a p. 268) mentre tutti siamo chiusi nelle nostre case. Partiamo di qui, da questi contenitori: come sono? A quale visione sociale corrisponde la loro costruzione? Il «micromonodo in cui siamo obbligati a stare e di cui ci stiamo prendendo cura come mai era accaduto» oggi ci fa sentire al sicuro e temere la socialità della vita cittadina. Eppure della socialità ci nutriamo e fa parte del nostro essere molto più della vita quasi-monastica cui siamo sottoposti. 

Attualità, 2020-10

Germania - 75° fine della Seconda guerra: mai da soli

Maria Elisabetta Gandolfi

«Senza memoria perdiamo il nostro futuro». Lo ha affermato l’8 maggio 2020 il presidente della Repubblica federale tedesca, Frank-Walter Steinmeier, commemorando a Berlino il 75° anniversario della fine della Seconda guerra mondiale. Pochi giorni prima, il 29 aprile, la conferenza episcopale aveva pubblicato un documento sul ruolo della Chiesa cattolica nella guerra mondiale, in cui i vescovi riconoscevano le colpe dei loro predecessori nel conflitto (cf. in questo numero a p. 281; la traduzione italiana sul prossimo Il Regno – Documenti).

 

Attualità, 2020-8

In cifre – COVID-19: i testimoni e la carità

Maria Elisabetta Gandolfi

Chi sono e qunti sono i numeri dei decessi dei testimoni (medici, infermieri, sacerdoti, religiosi...) per COVID-19, e quali sono le donazioni messe a disposizione da parte della CEI e del Vaticano? Alcuni dati...