A
Attualità
Attualità, 18/2019, 15/10/2019, pag. 546

L. Capuzzi, S. Falasca, Frontiera Amazzonia

Viaggio nel cuore della terra ferita

Gabriella Zucchi

Se ci vai, ne rimani stregato. L’Amazzonia non è un luogo che può lasciare indifferenti. Lo dico per esperienza, ringraziando la selva colombiana del Caquetá e del Putumayo (cf. Regno-att. 8,2015,511-513). La sua natura, di una bellezza maestosa e prorompente, non lascia pacificati. Un’iniquità dai mille volti l’avvolge, assieme ai suoi abitanti. Le giornaliste Lucia Capuzzi e Stefania Falasca, belle firme del quotidiano Avvenire, sono andate in Amazzonia al seguito di Francesco, primo papa a calpestarne il suolo: il 19 gennaio 2018 a Puerto Maldonado, in Perù, egli ha avviato il Sinodo speciale ora in corso in Vaticano.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-8

America Latina – COVID-19: contagi in crescita

Gabriella Zucchi

Anche l’America Latina ha la sua Bergamo. È Guayaquil, nota come «la perla del Pacifico», la città più popolosa dell’Ecuador, centro commerciale con quasi 4 milioni di abitanti. Ospedali e terapie intensive insufficienti, morti in tale quantità da non saper più come smistarli. Nulla di nuovo – si direbbe – per noi italiani, che ci siamo passati tra i primi, ma lo scenario lì presentatosi è davvero apocalittico. Il sistema sanitario è presto collassato: né medici, né letti per accogliere i malati. A Guayaquil, dove si concentra il 75% dei casi di contagio del paese, circa 200 persone al giorno muoiono in ospedale, per le strade e soprattutto a casa, non solo di coronavirus.

 

Attualità, 2020-6

Messico - Violenza: un giorno senza donne

Gabriella Zucchi

Contro il machismo, la misoginia, i femminicidi e la violenza di genere: in un paese dove nel 2019 ne sono state uccise più di 1.000, il 9 marzo le donne hanno scioperato per un giorno. Un día sin mujeres, diffuso sui social anche con l’hashtag #UnDíaSinNosotras: un giorno senza di noi, per scomparire in segno di protesta contro una piaga in espansione, per immedesimarsi con le donne uccise, che hanno smesso per sempre d’andare al lavoro, portare i figli a scuola, fare la spesa, pubblicare sui social.

 

Attualità, 2020-4

Cuba - Card. Ortega Alamino: aperto il testamento

Gabriella Zucchi

A sei mesi dalla scomparsa del card. Jaime Ortega Alamino (26.7.2019), per 35 anni arcivescovo di San Cristóbal de La Habana, il 14 gennaio è stato reso pubblico il contenuto di un suo manoscritto di 14 pagine, da lui consegnato a fine maggio 2017 al segretario Nelson O. Crespo Roque, col mandato d’aprirlo dopo la sua morte.