A
Attualità
Attualità, 16/2019, 15/09/2019, pag. 457

Santa Sede - Card. Achille Silvestrini: voglio destare l’aurora

In morte di un maestro (25.10.1923 – 29.8.2019)

Gianfranco Brunelli

Nello scrivere queste note sul card. Achille Silvestrini (per molti di noi, suoi amici, era «don Achille») debbo lasciare da parte proprio i sentimenti personali, maturati in anni d’assidua frequentazione e di collaborazione (fin dal 1981) a livello individuale e con la rivista Il Regno, di cui aveva grande considerazione, al punto da istituire annualmente (dal 1986) un incontro estivo a Dobbiaco dedicato all’analisi dei principali problemi della vita della Chiesa.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-2

Italia - Politica: modello Zalone

Gianfranco Brunelli

«La Prima repubblica non si scorda mai». Così cantava Checco Zalone nel film Quo vado?, raccontando un personaggio dal cialtro-opportunismo bonario. Stiamo diventando la caricatura di un passato a cui s’aggrappa il vecchio e il nuovo ceto politico, il quale punta come il protagonista del film al posto fisso. Una politica modello Zalone.

 

Attualità, 2020-2

Francesco - Discorso alla curia: rinnovarsi per essere fedeli

Gianfranco Brunelli

Complici le festività natalizie e il tono meno polemicamente diretto nei confronti delle gerarchie ecclesiastiche e delle «piaghe della Chiesa», il discorso di papa Francesco alla curia romana del 22 dicembre 2019 per la presentazione degli auguri natalizi è passato quasi sotto silenzio (Regno-doc. 1,2020,5). Rappresenta invece uno dei testi più importanti, innanzitutto sul tema della riforma della curia, qui affrontato per la prima volta in modo sistematico dal papa, e che a questo punto non tarderà ad arrivare. Papa Francesco riassume qui il significato degli accorpamenti dei dicasteri di curia già avvenuti, e annuncia il titolo della nuova costituzione apostolica sulla riforma: Praedicate evangelium.

Attualità, 2019-22

Francesco - Giornata mondiale della pace: la speranza e la paura

Gianfranco Brunelli

La pace come cammino di speranza: dialogo, riconciliazione e conversione ecologica. È questo il titolo del messaggio per la 53a Giornata mondiale della pace 2020, che papa Francesco ha pubblicato il 12 dicembre. Le parole chiave sono paura, memoria e speranza. Ma sullo sfondo c’è anche l’ecologia, così come lo scorso anno la responsabilità politica. Il testo del messaggio è lineare, quasi didascalico, ma contiene passaggi che colpiscono. Anzitutto il tema della paura.