A
Attualità
Attualità, 16/2019, 15/09/2019, pag. 463

Italia - Valdesi: il Vangelo è degli ultimi

Intervista ad Alessandra Trotta, nuova moderatora della Tavola valdese

Laura Caffagnini

Il Sinodo delle Chiese metodiste e valdesi (Torre Pellice [TO], 25-29.8.2019) ha eletto come moderatora Alessandra Trotta. Un viso e una voce familiari all’ambiente. Palermitana, avvocata civilista, è diacona dal 2003. Dal 2009 al 2016 è stata presidente dell’Opera per le Chiese evangeliche metodiste in Italia (OPCEMI).

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-2

Italia - 40° Colloquio ebraico-cristiano: il genere e la tradizione

Come le due grandi religioni stanno elaborando il ruolo di donne e uo-mini al proprio interno

Laura Caffagnini

Il 40o Colloquio ebraico-cristiano di Camaldoli è stato dedicato alla memoria di Lea Sestieri, scomparsa nel 2018 a 105 anni, un’intellettuale, una donna di spiritualità e di dialogo che tanto ha contribuito allo sviluppo dell’iniziativa. Il ricordo è avvenuto all’interno di un’edizione incentrata sul tema «Il maschile e il femminile nella tradizione ebraica e cristiana», un inedito nella lunga stagione dei colloqui che al loro esordio hanno visto la partecipazione di personalità dell’ebraismo come Manuela Sadun Paggi e Mirjam Viterbi Ben Horin.

Attualità, 2019-16

Italia - SAE: Dio ama i poveri, non la povertà

Laura Caffagnini

Con la Sessione di formazione ecumenica svolta dal 21 al 27 luglio ad Assisi, il Segretariato attività ecumeniche (SAE) ha concluso il biennio 2018-2019 dedicato al tema «Le Chiese di fronte alla ricchezza, alla povertà e ai beni della terra». Quest’anno il focus era sulla povertà, vista in correlazione con le problematiche odierne del creato. 

Attualità, 2019-14

Europa - Grecia: le radici oltre la Carta

La diaconia delle religioni come strategia d’integrazione

Laura Caffagnini

«StraPaC è un buon esempio di partnership interculturale ed ecumenica che prevede indagini sul campo, raccolta di buone pratiche, corsi e incontri»: così ci spiega Gelu Calina, docente del Centro per il dialogo tra scienze e teologia dell’Università di Craiova (Romania) che coordina il progetto in collaborazione con due agenzie di sviluppo locali e due atenei. Il progetto ha avuto due antecedenti, sempre finanziati dalla UE, su due temi differenti: il ruolo delle comunità cristiane nelle aree rurali come motore di sviluppo e il dialogo interculturale a servizio delle parrocchie e delle comunità rurali.