A
Attualità
Attualità, 16/2019, 15/09/2019, pag. 455

Africa - Eritrea: gli espropri

Enrico Casale

Se il 2018 era stato l’anno delle grandi speranze per l’Eritrea, il 2019 è stato quello delle grandi delusioni. La distensione con l’Etiopia, nata grazie all’apertura del premier etiope Abiy Ahmed, aveva portato grandi aspettative. Per anni il regime di Asmara aveva rimandato qualsiasi riforma democratica, opponendo come scusa la minaccia incombente di una nuova guerra con l’Etiopia. L’accordo di pace pareva quindi un viatico per un’apertura politica di Asmara. A un anno dalla firma dell’accordo di pace, nulla però sembra mutato in Eritrea.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-8

Africa - COVID-19: parlano i missionari

Enrico Casale

L’epidemia da coronavirus si sta espandendo in Africa. Arrivato dall’Europa e dall’Asia, il virus ha gradualmente investito quasi tutti i paesi. Ormai sono migliaia le vittime (difficile avere una statistica definitiva) di quella che da emergenza sanitaria può trasformarsi in un’emergenza sociale.

 

Attualità, 2020-6

Africa - Locuste: l’ottava piaga

Enrico Casale

Le locuste stanno distruggendo l’Africa orientale. Duecento miliardi di cavallette del deserto (schistocerca gregaria) hanno invaso Eritrea, Etiopia, Kenya, Somalia, Sud Sudan, Uganda, Tanzania e ora si stanno dirigendo verso l’interno, minacciando anche la Repubblica democratica del Congo. Nel loro passaggio divorano vegetazione e raccolti, lasciando il deserto dietro di sé.

 

Attualità, 2020-4

Africa - Libia: coordinate di una crisi

Enrico Casale

Una matassa difficile da sbrogliare. È questa la crisi politico-militare in atto in Libia. A una prima lettura sembrerebbe semplice interpretare un conflitto: da una parte le milizie provenienti dalla Cirenaica, portatrici di una visione «laica» della politica e delle istituzioni; dall’altra quelle della Tripolitania che s’ispirano a una visione «religiosa». Ma è davvero così? E come entrano nella disputa le potenze regionali e internazionali? Quali interessi economici ci sono alla base? Per cercare di capire le dinamiche in gioco bisogna riavvolgere la pellicola e tornare indietro.