A
Attualità
Attualità, 8/2018, 15/04/2018, pag. 251

Karl Lehmann (1936 - 2018). Con ampio respiro

Vescovo, teologo e capace mediatore

Ulrich Ruh

Il card. Karl Lehmann, morto l’11 marzo 2018 a Mainz, era una personalità eccezionale. Ha esercitato per oltre trent’anni il ministero episcopale ed è stato al tempo stesso un teologo molto stimato, con vaste conoscenze e un ampio orizzonte, e un capace mediatore: fu, infatti, uno dei principali architetti di quel «Sinodo comune delle diocesi della Repubblica federale tedesca» (1971-1975), formato da vescovi, preti e laici e offrì un notevole contributo per la buona riuscita di quell’esperimento sinodale.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-10

Germania - 75° fine della Seconda guerra: fedeltà sbagliata

La presa d’atto degli errori di un episcopato

Ulrich Ruh

Ai primi di marzo di quest’anno, la Conferenza episcopale tedesca ha eletto Georg Bätzing, vescovo di Limburg, come suo nuovo presidente, succedendo al card. Reinhard Marx. Alla fine di aprile la Conferenza episcopale ha pubblicato il primo documento sotto la sua nuova guida, la Riflessione sulla fine della Seconda guerra mondiale 75 anni fa.

 

Attualità, 2019-20

Germania - 30° Muro di Berlino: le Chiese al tempo del Muro

Cattolici ed evangelici prima e dopo il crollo

Ulrich Ruh

Il crollo del muro di Berlino il 9 novembre 1989, e la conseguente fine annunciata della Repubblica democratica tedesca (DDR), hanno rappresentato una cesura nella storia recente delle Chiese in Germania. Esse si erano sviluppate in modo molto diverso nei due stati tedeschi formatisi dalle 4 zone d’occupazione nel 1949, sia sulla base della costellazione confessionale sia a partire dal rispettivo sistema politico.

Attualità, 2018-20

Germania - Elezioni: dopo i partiti

La rinuncia di Angela Merkel, il declino di CDU e CSU, l’ascesa dei Verdi e di AfD

Ulrich Ruh

La cancelliera Angela Merkel ha dichiarato il 29 ottobre scorso che non si ricandiderà più alla presidenza del partito al prossimo congresso dell’Unione cristiano-democratica (CDU) che si terrà agli inizi di dicembre ad Amburgo. Lo ha fatto subito dopo le elezioni regionali in Assia e quelle di due settimane dopo in Baviera, nelle quali i partiti dell’Unione CDU e CSU hanno perso oltre il 10% ciascuno dei votanti.