A
Attualità
Attualità, 4/2017, 15/02/2017, pag. 112

Australia - Chiesa cattolica: recuperare credibilità

Sarah Numico

Si sapeva ma si sono sempre coperti i fatti per tutelare la reputazione dell’istituzione anziché le migliaia di minori australiani vittime delle violenze anche sessuali subite nelle istituzioni delle diverse confessioni cristiane, nelle scuole, nelle associazioni sportive e ricreative di varia ispirazione. Nominati l’11 gennaio 2013 dall’allora governatrice generale dell’Australia, Quentin Bryce, i sei membri della Commissione d’inchiesta sulle risposte delle istituzioni alle violenze sessuali sui minori hanno dovuto indagare e verificare, senza entrare nello specifico dei singoli episodi, come le diverse istituzioni si sono attivate per rispondere alle denunce.

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2019-14

Chiesa evangelica tedesca - Kirchentag 2019: dare fiducia

Sarah Numico

I giorni del Kirchentag 2019 (Dortmund, 19-23 giugno), la grande festa degli evangelici tedeschi che si svolge ogni due anni, sono stati scanditi dal tema della ricerca della fiducia che risuona nel passo «Che fiducia è quella nella quale confidi?», contenuto nel libro dei Re. Grandi numeri per l’evento di Dortmund: 80.000 i partecipanti ai 4 giorni, più altri 38.000 a singole giornate (tantissimi, ma così pochi era dal 1979 che non si vedevano più); 2.400 eventi d’ogni genere, 70 paesi rappresentati, oltre 2.600 gli ospiti, 20 milioni di euro il budget a disposizione. Impossibile come sempre fare una sintesi o un bilancio di un evento così ricco e composito, civile ed ecclesiale allo stesso tempo, ma se ne possono descrivere alcuni aspetti.

 

Attualità, 2019-8

Europa - Elezioni: l’appello dei vescovi

Sarah Numico

Le «elezioni europee 2019 arrivano al momento giusto per compiere scelte politiche che favoriranno una rinnovata fratellanza tra le persone, rilanciando il progetto europeo. In questo contesto, i vescovi della COMECE invitano tutti i credenti e tutte le persone di buona volontà a votare» (Regno-doc. 7,2019,193).

 

Attualità, 2018-12

Kirghizistan: ai confini della Chiesa

A colloquio con mons. Anthony Corcoran

Sarah Numico

A colloquio con mons. Anthony Corcoran, gesuita texano, classe 1963. Dopo aver vissuto per oltre 20 anni in Russia nella regione siberiana, ha fatto l’ingresso ufficiale, con la nomina di amministratore apostolico, con una solenne celebrazione a Bishkek il 17 dicembre scorso. Tanto robusto quanto è la sua riservatezza, gentilezza e generosità nel lasciarsi raggiungere, se non è in viaggio per qualche sperduto villaggio kirghiso.