A
Attualità
Attualità, 4/2017, 15/02/2017, pag. 101

A. D’Avenia, L’arte di essere fragili

Come Leopardi può salvarti la vita

Francesco Pistoia

D’Avenia ci aiuta a capire il mondo del Leopardi, i suoi dubbi e la sua incessante ricerca, il suo pensiero e la sua poesia; forse non ci restituisce un Leopardi afferrato dalla fede: ma rimane in questo senso significativa quella sua infinita inquietudine che sembra nutrirsi di religiosità biblica e che si lascia cogliere nei paesaggi, nelle notti lunari, nella Ginestra «che fiorisce nel deserto e fa fiorire il deserto», nei canti alla giovinezza e all’amore, nell’incessante aspirazione alla poesia che è luce e vita.

 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-20

D. De Rosa, Il santo vegetariano

San Francesco da Paola e gli animali

Francesco Pistoia

In particolare il volume parla del senso profondo della vita quaresimale perpetua che il frate prescriveva ai suoi figli: un cammino di liberazione e d’avvicinamento a Dio, una regola austera, anche se con deroghe per i frati ammalati. Il Paolano è poi legato al santo d’Assisi di cui porta il nome: infatti, si chiamano poveri «eremiti di san Francesco di Assisi» quanti lo seguono nella sua congregazione (poi Ordine dei minimi).

 

Attualità, 2020-20

V. Roghi, Lezioni di fantastica; N. Cinquetti, A. Ferrari, Il punto di domanda

Francesco Pistoia

Il saggio che Vanessa Roghi dedica a Gianni Rodari (Omegna 1920 – Roma 1980) nel centenario della nascita è un lavoro impostato su documenti e dati attentamente vagliati. Anche Nicola Cinquetti (premio Andersen 2020 per la scrittura) e Antongionata Ferrari (premio Andersen 2007 per l’illustrazione) lo ricordano.

Attualità, 2020-16

F. Parazzoli, L’angelo la mosca e l’anima

Francesco Pistoia

Le pagine di questo libro, «per lungo tempo dimenticate, mi sono tornate alla memoria in questi miei anni di età avanzata» (5). Ed ecco L’angelo, la mosca e l’anima. Titolo tratto da Meister Eckhart: «Preghiamo Dio di liberarci anche di Dio e di comprendere e di godere la verità là dove l’angelo più elevato, la mosca e l’anima sono eguali».