A
Attualità
Attualità, 20/2017, pag. 617

Somalia: una pace lontana

Enrico Casale

Era il 1991 quando, caduto il regime di Mohammed Siad Barre, la Somalia sprofondava nel caos. Ventisei anni dopo, il paese vive ancora in una condizione di semianarchia. L’ex Somalia britannica (oggi Somaliland), da tempo, è indipendente, sebbene non riconosciuta a livello internazionale. 

La lettura dell'articolo è riservata agli abbonati a Il Regno - attualità e documenti o a Il Regno digitale.
Gli abbonati possono autenticarsi con il proprio codice abbonato. Accedi.

Leggi anche

Attualità, 2020-12

Africa - Media e pastorale: amo la radio

Enrico Casale

La senti gracchiare ovunque. Nei bar, nei negozi, sui taxi, nelle officine. Persino nei campi. La radio è onnipresente in Africa. A volte sono vecchi apparecchi a transistor. Altre volte sono modelli più tecnologici. In modulazione di frequenza passa di tutto: l’informazione, le funzioni religiose, le sit-com, la formazione professionale, le nozioni basilari sulla salute e, soprattutto, la musica (tanta musica). E tutti, ma proprio tutti, nel continente si sintonizzano e ascoltano.

 

Attualità, 2020-12

Africa - Chiesa cattolica: alla prova del virus

Enrico Casale

La pandemia da coronavirus è una prova dura per tutto il mondo e, in particolare, per l’Africa. Può però diventare un’opportunità per trasformare in senso solidale i sistemi politici e quelli economici. Una trasformazione che passa attraverso la remissione del debito, una più equa ripartizione delle risorse e un investimento in ospedali, scuole, alloggi. È questo, in sintesi, l’appello lanciato il 31 maggio dai vescovi dell’Africa e del Madagascar nella dichiarazione Il COVID-19 e le sue conseguenze, nella quale i vescovi del Simposio delle conferenze episcopali di Africa e Madagascar (SCEAM) si rivolgono all’Unione Africana e alle agenzie di cooperazione internazionale per chiedere un fattivo sostegno per le proprie popolazioni.

 

Attualità, 2020-8

Africa - COVID-19: parlano i missionari

Enrico Casale

L’epidemia da coronavirus si sta espandendo in Africa. Arrivato dall’Europa e dall’Asia, il virus ha gradualmente investito quasi tutti i paesi. Ormai sono migliaia le vittime (difficile avere una statistica definitiva) di quella che da emergenza sanitaria può trasformarsi in un’emergenza sociale.